Ultime recensioni

lunedì 7 maggio 2018

LA LUNA E IL MARE di Patrizia Ines Roggero



Titolo: La luna e il mare
Serie: Romantic Pirates #2 
Autrice: Patrizia Ines Roggero
Genere: Romance storico 
Edizione: PIR Romance, self publishing
Lunghezza: 558 pagine
Ebook: € 2,45 - disponibile per Kindle Unlimited
Cartaceo: a breve reperibile su Amazon
Data di uscita: 10 febbraio 2018

Il più temuto dei pirati e la bella moglie di un vicegovernatore.
Amici, amanti, anime gemelle divorate da una passione che avrà conseguenze alle quali non potranno sfuggire.
L’amore li unisce, il destino si fa beffa di loro.
Una storia intrecciata al mistero di oscure premonizioni e alle note cristalline di un clavicembalo. Nei Caraibi del XVII secolo, tra battaglie e antichi rancori che sconvolgono il presente in una spirale di vendette all’ultimo sangue.


“La luna e il mare”, romanzo storico/piratesco, di Patrizia Ines Roggero,  pubblicato in "self publishing", secondo volume della serie “Romantic Pirates” riparte da uno spunto che appartiene al primo capitolo della serie:  “Sono solo un marinaio”. Ricordo di aver scritto che mi sarebbe piaciuto conoscere meglio Thomas, il pirata per antonomasia e sono stata accontentata. Evidentemente l’autrice aveva già in cantiere la storia e adesso, se anche voi siete state intrigate da Thomas, potete soddisfare la vostra curiosità. Bellissimo e maledetto, Thomas Lee non conosce pietà e non sa cosa sia la compassione. I suoi arrembaggi sono quanto di più sanguinoso si possa immaginare e i capitani tremano quando incrociano il suo vascello nelle tempestose acque del mar dei caraibi. Ma anche il pirata più feroce nulla può, quando le tessere del destino si spargono alla rinfusa e il seme del tradimento germoglia e cresce nel ventre della sua stessa ciurma.

La spada in mano, i capelli bruni appena mossi dalla brezza marina, lo sguardo fiero e feroce che ben celava lo sgomento provocato da quel vile voltafaccia. Lui, uno dei pirati più temuti dei Caraibi, aveva perso e ora una sola, terribile, parola gli rimbombava in testa… ammutinamento.


Il destino di Thomas sembra segnato, nessuno fra i suoi pirati si schiera dalla sua parte, egli si difende con le unghie e i denti fino alla fine, ma è destinato a soccombere di fronte a tanto odio e alla cieca violenza che gli riservano. Così è lui stesso il primo a stupirsi quando, invece di sprofondare fra le fiamme degli inferi, si risveglia pesto e gravemente ferito su una spiaggia desolata ma non sconosciuta, con le corde che lo tengono prigioniero allentate, le ferite sommariamente bendate e il suo fido pugnale che fa capolino dalla sabbia, poco lontano. Indomito e deciso a non rendere la sua sporca anima a lucifero, Thomas si rivolge all’unica persona che spera possa aiutarlo.


Le ciglia, di tanto in tanto, avevano un fremito, le labbra s’increspavano ogni volta che il respiro si faceva più profondo, e piccole gocce di sudore gli imperlavano la fronte a causa della febbre che rendeva bollente la pelle cotta dal sole.
Sarah lasciò vagare su di lui uno sguardo colmo di malinconia. Gli ricordava un altro uomo, in maniera quasi dolorosa, l’unico che aveva amato. Jack Ryden. E ora nella sua vita era piombato quest’altro pirata dall’aspetto inquietante, che aveva commesso le azioni più vili. Thomas era un assassino, un ladro, una persona spietata, eppure lei gli aveva offerto il suo aiuto. 

Sarah è la moglie del vicegovernatore, un uomo crudele che la tratta come una prostituta tenendola prigioniera nella sua stessa casa. Non le ha mai perdonato di essere un tempo stata l’amante di Jack Riden, la disprezza e la odia ma vorrebbe da lei un figlio. Approfittando della provvidenziale assenza del marito, Sarah si prende cura di Thomas, memore della loro lontana amicizia e dell’attrazione silente che provavano l’uno per l’altra. E mentre Thomas piano piano si riprende l’attrazione cresce a dismisura ed entrambi fanno fatica a tenere sotto controllo gli impulsi della carne e le tentazioni del cuore.

«Non ti posso tenere qui. Lo vedi che razza di vita faccio? Se io colo a picco con la mia nave, finisci in fondo al mare con me.» Un altro bacio a fior di labbra, e le mani scesero a sfiorare la curva dei fianchi di Sarah.
«Potevi lasciarmi a Port Royal, perché invece vuoi riportarmi da lui?»
Perché così saprò sempre dove trovarti.
Pensò Thomas, e la spinse contro la parete per baciarla con il trasporto dettato da un desiderio impossibile da ignorare.
Perché saprò che sarai lì, al sicuro ad aspettarmi.



E’ una battaglia che finiranno col perdere, mentre la storia si sviluppa in un intricato mix di tradimenti e colpi di scena che conducono Thomas in un cammino a ritroso sulle orme del proprio passato. Un cammino necessario per svelare il segreto della sua nascita e gli scheletri nell’armadio di coloro che, per anni e anni, hanno tramato contro di lui fino a tentare più volte di ucciderlo. Ci vorrà un personaggio tornato dal regno dei morti per sbrogliare la matassa di questo intricato e avvincente romanzo e mettere assieme tutte le tessere di un puzzle che sembra irrisolvibile.

Il coltello affondò nelle viscere del gallo e il sangue zampillò nella ciotola tra il mormorio sommesso di Eve. El Carnicero cercò di decifrarne le parole, ma fu uno sforzo inutile. La osservò scuotere la chioma di capelli scuri, la pelle ambrata si tinse del bagliore emanato dalla candela. Le dita della veggente affondarono nel petto dell’animale, gli occhi si rovesciarono indietro fino a diventare bianchi, il mormorio si fece incalzante, le parole più comprensibili.
«Sciagura e rovina…»



L’amore tra Thomas e Sarah, è un amore tormentato e osteggiato su più fronti, orgoglio e tormento, passione e disperazione. Le trame di chi non si risparmia per raggiungere lo scopo di distruggere entrambi rendono il cammino di questi due intrepidi e coraggiosi amanti un percorso a ostacoli, una battaglia contro tutto e tutto, una guerra di emozioni e sentimenti che li vede, a un certo punto, schierati l’uno contro l’altra fin quasi ad annientarsi. Ci vorrà tanto coraggio da entrambe le parti per superare le avversità e non lasciare che i fantasmi del passato minino per sempre quello che è destinato ad essere un grande amore.

«Promettimi solo una cosa» le sussurrò Thomas, sulle labbra umide di baci. «Comunque andranno le cose, promettimi che avrai fiducia in me… perché potrà portarti via adesso, ma io verrò a riprenderti ovunque sarai.»
«Te lo prometto, sì, te lo prometto.» La voce si ruppe nel pianto che accompagnò quel loro ultimo bacio e non ci fu bisogno di aggiungere parole.


Devo dire che ho trovato questo romanzo molto più bello ed avvincente del precedente, si intuisce una crescita notevole dell'autrice nella cura dei personaggi e nello sviluppo della trama. Thomas Lee è un protagonista fantastico, molto ben caratterizzato. Un mix di ferocia, passione e sensibilità d’animo che egli si sforza di tenere sotto controllo ma che emerge quando si lascia andare alla musica, quando si prende cura  dei più deboli fra i suoi sottoposti o le donne che scaldano il letto agli uomini sulla sua isola, quando stringe tra le braccia il corpo voluttuoso e sensuale di Sarah.

Sarah inizialmente da l’impressione di essere una donna di buon cuore ma di facili costumi. Non si preoccupa di farsi vedere nuda dal sofferente Thomas, mentre egli è costretto a rimettersi alle sue cure, sembra che il suo scopo sia semplicemente quello di sedurlo, ma c’è molto di più in lei. Le umiliazioni subite, prima dalla sua famiglia di origine e poi dal marito al quale è stata “venduta”, l’hanno segnata profondamente, ma non è una donna passiva. La sua determinazione, il suo coraggio la assistono anche nelle scelte difficili, a volte all’apparenza incomprensibili, che è costretta a compiere.

Belli anche i personaggi di contorno, soprattutto Jack Riden e Kole Tyler che abbiamo già conosciuto nel primo romanzo di questa serie dal titolo “Sono solo un marinaio”, ma anche i vari Alden, John Tyler e tutti gli altri numerosi cattivi che contribuiscono ad animare le pagine di questo libro.  Il romanzo è ben scritto ed editato, la prosa scorrevole consente di passare velocemente da una pagina all’altra e la trama intricata ma molto ben intessuta tiene incollati alla lettura fino alla parola fine.

Non posso che consigliarvi di immergervi nella lettura di questo romanzo, sarete avvolti dallo scenario meraviglioso ed incontaminato del mar dei caraibi, dove in colori e i profumi della natura e del mare,  fanno da contorno ad un avventura e a un amore che non hanno nulla da invidiare ai più famosi e titolati romanzi di genere.

Buon viaggio!

«La luna ha reso quieto il mare questa sera» disse Thomas. Le afferrò la mano e baciò la ferita che la segnava. «E tu hai reso quieto me.»
«Perché io sono la tua luna e tu sei il mio mare.»



Per leggere la recensione del capitolo precedente, cliccare sull'immagine!!

Patrizia Ines Roggero è autrice di romance ed erotici storici. Alcuni suoi racconti sono presenti nelle antologie di Puntoacapo Edizioni, Delos Books, nei progetti di Io Leggo Il Romanzo Storico e di EWWA European Writing Women Association, associazione della quale fa parte dal 2013.
Vive in Liguria con il marito e la figlia, è editor presso Eadon Servizi Editoriali ed è appassionata di storia americana, soprattutto per quanto riguarda l’epopea western e la cultura dei Nativi Americani. Collabora con il sito Farwest.it ed è tra le fondatrici del gruppo Facebook Io Leggo Il Romanzo Storico.

BIBLIOGRAFIA

Paradise Valley – Il destino e l’amore
Paradise Valley – Gelosia e orgoglio
Paradise Valley – La resa dei conti
Paradise Valley – La trilogia (raccolta)
Il brigante di Corte
Sono solo un marinaio
Asso di cuori
Il sentiero della passione



Nessun commento:

Posta un commento