Ultime recensioni

venerdì 9 giugno 2017

PANDEMONIUM ROAD di Anonima Strega


Può un breve viaggio attraverso il caos ribaltare gli amori di una vita?

Tessa ha deciso di trasferirsi al nucleo Trenta per togliersi dalla testa Raoul, l’uomo irraggiungibile che si è preso cura di lei quando una pandemia ha decimato la popolazione terrestre, ora accentrata in un’unica strada che attraversa l’Europa. Raoul è a capo di un’organizzazione del nucleo Dieci e sta cercando di arginare i danni provocati da un contagio che si attacca al cervello, nutrendosi di pensieri. Gli umani infettati sono mine vaganti e si comportano come zombie, per cui Tessa non si stupisce quando Raoul le invia uno dei suoi collaboratori affinché la riporti indietro. O forse questo amore non è più così platonico?

Jacko è un musicista che vive al nucleo Venti da quando è sbarcato dalle vecchie Americhe. Uno dei transatlantici che recuperano uomini sui continenti più desolati lo ha portato sulla Pandemonium Road con la sua ragazza Aisha, e insieme hanno iniziato una nuova vita. Ma il destino di Jacko è segnato e il contagio lo attende dietro l’angolo del garage. L’organizzazione del Dieci, però, sa benissimo che alcuni infettati possono guarire grazie a un misterioso programma di recupero. Cosa, di preciso, Raoul metterà a rischio, nel momento in cui deciderà di affidare il caso a un collaboratore che è di strada?
"Che importava degli extraterrestri se il mondo ormai si riduceva a una lunga e non troppo affollata strada cosparsa di nuclei abitativi attraverso l'Europa?"

 "Niente si ferma sulla Pandemonium Road"

Due protagonisti principali, Tessa e Jacko, due personalità diverse che conducono vite diverse, si ritrovano a percorrere la stessa strada, la Pandemonium Road.
Siamo in Europa in un futuro non troppo roseo: l'umanità è stata decimata da una pandemia, una specie di virus di gelatina viola infetta gli uomini  trasformandoli in zombie affamati di carne umana, si appropria dei pensieri delle persone infette e li distrugge, annullando ogni forma di umanità, rendendole dei veri  e propri alieni.  Invece di progredire si sta regredendo, tutti contro tutti rubando e compiendo le azioni più atroci senza provare vergogna.
Jacko è un musicista famoso e avvenente, che vive con la sua fidanzata Aisha e il suo bambino Sam al nucleo 20. Quando Jacko viene infettato, scappa lontano  per evitare di far loro del male.
Tessa vive un amore platonico con Raoul, e vorrebbe tanto che questo amore diventasse concreto. Per toglierselo dalla testa, vive al nucleo 30, ma per ordine di Raoul che ha a cuore la salvezza della ragazza, un suo collaboratore la preleva per scortarla al nucleo 10. Il collaboratore altri non è che Krista,  una spassosissima Cyborg, il personaggio che mi è piaciuto più di tutti. Durante il tragitto ricevono l'ordine di recuperare un infetto, che scopriamo essere Jacko. E qui mi fermo, per non togliervi il gusto della lettura.
Adoro Anonima Strega e la sua capacità di creare storie nuove e sempre diverse. Qui siamo davanti ad un romanzo che attinge al genere distopico senza scadere nel banale e nel già letto. Lo stile dell'autrice cattura e coinvolge grazie anche ai dialoghi che sono sempre numerosi e ci danno la possibilità di conoscere i pensieri e le personalità dei personaggi che sono sempre ben delineati e ce n'è sempre almeno uno del quale ti innamori. La storia ci viene raccontata da un narratore esterno in terza persona, tranne in alcune parti in cui in corsivo leggiamo direttamente i pensieri confusi di Jacko, che, secondo me, rendono bene l'angoscia che prova e la sua forza nel voler combattere contro questo alieno che si sta impossessando di lui. L'intreccio è dinamico e non annoia , suddiviso in Step che ci accompagnano al finale.
Con Anomima Strega è sempre così: inizi a leggere e, come per magia, ti ritrovi sulla strada con i protagonisti di questo avvincente romanzo che ha anche un piccolo risvolto romance.
In questa storia ho letto tra le righe una piccola critica alla società moderna e l'utilizzo spropositato che facciamo della tecnologia a nostra disposizione.

"Prima della pandemia c'era gente così idiota da trascorrere ore e ore sui social network..."

"Si sentiva diversa. Quel viaggio non ancora concluso già l'aveva cambiata."

La Pandemonium Road rappresenta il viaggio in cui alla fine ti rendi conto di non essere più la stessa persona di quando eri partito e di non volere più le stesse cose.
La mia valutazione è positiva.

ANONIMA STREGA si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. Crede fermamente che gli elementi del creato siano guida e strumento, sia per le streghe, sia per i protagonisti di avventure d’amore paranormali, come quelli della trilogia “Le spose della notte”, della raccolta “Killer di cuori e altri semi” e dei romanzi “Spettabile Demone”, “Il Diavolo e la Strega”, “L’Alchimista Innominato” e “Legione magica” (in quest’ultimo ritroviamo alcuni personaggi sia di “Spettabile Demone” sia della trilogia). In una vita precedente ha già avuto a che fare con i libri, ma i vaghi ricordi sono perlopiù negativi, e per libertà di movimento si dichiara disinteressata a qualsiasi proposta editoriale. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. Da lì dispensa consigli magici attraverso anonimastrega.blogspot.it


1 commento:

  1. Mi incuriosisce un sacco questa storia! La tua recensione mi ha convinta a comprarla. ^_^

    RispondiElimina