Ultime recensioni

mercoledì 8 marzo 2017

IL SENTIERO DELLA PASSIONE di Patrizia Ines Roggero


Lunghezza: 158 pagine
Genere: Romance storico
Self Publishing (PIR)
Ebook: € 1,90

Anno 1865
Ander e Levicy viaggiano nella stessa carovana lungo la pista che attraversa il Territorio Indiano. Quando lo zio della ragazza decide di venderne la verginità, sarà proprio Ander a comprarla. Lo ha fatto per pietà o per amore? Levicy se lo domanda di continuo, ma è difficile comprendere i pensieri di quel messicano che nulla vuole rivelare di sé.
Insieme fuggiranno attraverso il Territorio Indiano e poi nel cuore della comancheria, tra insidie e tentazioni alle quali non si potranno sottrarre.
Una storia di passione e amore, lungo le piste del Vecchio West.
«Non dovrai essere gelosa di nessuna, 
finché sarai mia… dulzura.»

Per la seconda volta, eccomi impegnata nella recensione di un romanzo storico scritto da Patrizia Ines Roggero. Si tratta di una breve avventura romance, che si svolge lungo la pista Chisholm. 

La più famosa tra le piste tracciate dai commercianti di bestiame del vecchio west, si snodava per circa 1300 km; partendo dalla città di San Antonio, in Texas, attraversava numerosi possedimenti indiani e giungeva sino a Caldwell e infine ad Abilene nel Kansas.  Nel XIX secolo, la pista Chisholm (dal nome dell'esploratore che la tracciò) era percorsa da mandrie e carovane ed è stata ispiratrice di numerosi film e canzoni country. Molte leggende si sono consumate sotto il sole cocente del deserto, lungo le sponde impetuose dei numerosi fiumi che l’attraversano, tra le creste tortuose dei canyon o le praterie bruciate dal sole. Ancora oggi, la route che la ripercorre, è meta di appassionati alla ricerca delle atmosfere di un tempo che fu.

Ander è un messicano mezzosangue, un pistolero bello e maledetto: nel suo passato ci sono segreti che non si
possono svelare, l’onta del comanchero lo insegue da vicino e la sua amante, Nancy, lo tiene saldamente in pugno per questo.
Nonostante la dura scorza da uomo vissuto senza né limiti né freni e il sesso esplosivo con  Nancy, il suo corpo freme di passione  per la cugina di lei, Levicy, giovane ed inesperta ma bellissima e sensuale.  Ander tenta di rifarsi una vita, riciclandosi come cowboy, ma il passato torna prepotente, il corpo lo tradisce ed il cuore ancor di più. Costretto a comprare la donna che gli ha sconvolto i sensi, per salvarla mette in gioco tutto se stesso e permette a fantasmi che credeva morti e sepolti, di resuscitare e sconvolgerlo fino al punto in cui si trova costretto a riaprire le porte all'amore.
Era bellissima. Levicy era capace di mettergli in subbuglio le viscere. Sapeva eccitarlo con uno sguardo da sotto le lunghe ciglia scure, e incendiargli il sangue nelle vene con la sensualità di un solo sorriso.
Prima o poi sarebbe stata sua.

La piccola Levicy è giovane e inesperta, più sola che mai. Lo zio che dovrebbe proteggerla si rivela un lurido mascalzone e la cugina non si fa scrupolo a trattarla come una schiava. Il bel cowboy dagli occhi di brace è per lei un desiderio nascosto un sogno represso che divide il letto con un altra ma é facile cedergli quando lui si atteggia a protettore. Lui la possiede, ha pagato un prezzo alto per lei, la umilia e allo stesso tempo la fa vibrare di passione fino in fondo all'anima.

I gemiti furono messi a tacere dai baci, poteva quasi sentire su di sé quelle labbra affamate, la lingua che percorreva la linea del collo, le carezze possessive di mani esperte.
Avrebbe voluto trovare il modo di porre fine al tormento che le infuocava il ventre e, con il pensiero di Ander a invaderle i sensi, scivolò nel giaciglio per non dover subire ancora la lussuria di quella vista.

La loro storia si delinea durante una disperata fuga nella comacheria. Levicy impara e mette a frutto le arti della seduzione cercando di sopravvivere come meglio può alle umiliazioni, alla paura, alla gelosia e all'insicurezza che il comportamento ambiguo di Ander fomenta in lei. Ander si perde e si ritrova trovando il coraggio di lasciare alle spalle il passato e guardare al futuro. C'è un uomo nascosto da qualche parte dentro di lui, un uomo che malgrado tutto si scopre ancora capace di amare, questa però è una condizione che bisogna saper accettare. 
Avvertì il calore del seme invaderla, la presa sui fianchi farsi ferrea, e il gemito roco alle spalle decretare la fine del loro amarsi. Perché, nonostante tutto, si erano amati. Lo capì dalla premura con la quale ora lui la stringeva a sé, dalla linea di baci che le tracciò sulla pelle del collo.
Il petto nudo di Ander premeva sulla sua schiena, caldo e rassicurante, un abbraccio nel quale si cullò, appagata nonostante la rabbia.
«Sapevo che erano soldi spesi bene» fece lui, una frase capace di spezzare l’incantesimo della sua illusione.

Tutto il romanzo si avvale di  un' ambientazione bellissima, molto curata nei particolari e suggerisce colori, profumi ed emozioni che solo territori all’epoca ancora incontaminati dalla civiltà industriale, potevano ispirare; per questo faccio i complimenti alla Roggero. Da molto tempo non mi capitava di imbattermi in un romanzo sul vecchio West così curato e mai mi era successo che ciò si dovesse a   un'autrice italiana, tra l’altro self. Le bellissime descrizioni dei paesaggi, del folklore dei nativi americani, delle cittadine di frontiera dove saloon e pistoleri la facevano da padrone, mi hanno ricordato i meravigliosi romanzi di genere che hanno accompagnato la mia crescita. Perdonatemi, sono un appassionata e non per niente il mio libro preferito in assoluto è Hanta yo, di Ruth Bebe Hill; se parliamo di fumetti invece.... Tex Willer, Zagor, il comandante Marck ........ Ahhhhh!!! Beati sogni di gioventù!


Terra rossa e alti canyon che si stagliavano contro il cielo all’imbrunire. La prateria aveva lasciato il posto a un paesaggio ben diverso da quello che aveva accompagnato il loro viaggio fin lì.

La prosa scorrevole e i dialoghi incalzanti, senza particolari errori o refusi, sono un valore aggiunto che aumenta la qualità del romanzo e ne rende dinamica la lettura. Buona la caratterizzazione di Ander che rispecchia in tutto e per tutto l'immagine dell'uomo che rappresenta. Mi è piaciuta meno Levicy che spesso risulta infantile e di poco carattere, tranne quando deve dividere il letto con Ander e sedurlo con i gesti e con il corpo. Non si può negare, però, che la ragazzina possieda una buona dose di coraggio, alimentata forse dall'incoscienza tipica della giovane età.

Tutto sommato si tratta di un romanzo scorrevole e di facile lettura, impreziosito dall'ambientazione di cui ho parlato sopra. Consigliato a chi desidera trascorrere una piacevole serata in compagnia di una piacevole storia d'amore con sfumature hot. In coda al libro ci sono alcuni racconti e uno spin off di Paradise Valley.





Patrizia Ines Roggero nasce a Genova nel 1979.È un'autrice di romance storici. Ad oggi ha pubblicato i romanzi Sono solo un marinaioIl brigante di CorteIl sentiero della passionela trilogiaParadise Valley e il racconto Asso di cuori(collana Passioni romantiche - Delos Digital). Alcuni suoi racconti sono presenti nelle antologie di Puntoacapo Edizioni, Delos Books, nei progetti di Io Leggo Il Romanzo Storico e di EWWA European Writing Women Association, associazione della quale fa parte dal 2013. Sposata e mamma di una bambina, è correttrice di bozze e grafica. Appassionata di storia americana, ama tutto ciò che riguarda l’epopea western e la cultura dei Nativi Americani. Insieme ad altre tre autrici è la fondatrice del gruppo Facebook Io Leggo Il Romanzo Storico.






BIBLIOGRAFIA

Paradise Valley – Il destino e l’amore
Paradise Valley – Gelosia e orgoglio
Paradise Valley – La resa dei conti
Paradise Valley – La trilogia (raccolta)
Il brigante di Corte
Sono solo un marinaio
Asso di cuori


2 commenti:

  1. Grazie per la bella recensione, sono felicissima che il romanzo sia piaciuto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego. Davvero ben scritto. Complimenti

      Elimina