Ultime recensioni

giovedì 2 febbraio 2017

QUESTO NOSTRO FOLLE AMORE di Fabiola Danese


Un'unica notte è bastata per incontrarsi, scontrarsi, incuriosirsi, rimanersi addosso. Jude e Red non potrebbero essere più diversi. Lui, un famoso dj e proprietario di club esclusivi. Lei, una semplice cameriera che studia per un futuro migliore. Eppure le loro vite si somigliano più di quanto si possa mai immaginare, visto il loro status di giovani genitori single. Ma se il passato di Jude è pronto a tornare, il cuore spezzato di Red sarà in grado di proteggerla da tutto e tutti? Spesso il destino sceglie per noi e ha già scritto ogni cosa. Jude e Red si scontreranno, aiuteranno, consoleranno e forse insieme scopriranno che le storie migliori si costruiscono insieme. 
“Questo nostro folle amore” è un romanzo intenso e travolgente, pronto ad emozionare attraverso un viaggio temerario tra passati tormentati e un futuro tutto da vivere, perché scoprire che la persona più sbagliata al mondo è forse anche quella più giusta per noi, è il primo passo per ritrovare un pezzo di sé.
Jude è una ragazza che non passa inosservata. Fisico da urlo, curve al punto giusto, un taglio di capelli sbarazzino, occhi glaciali... è in grado di far girare la testa a molti ragazzi, sopratutto quando è in discoteca. E dopo l'ennesimo “No” da parte di un ammiratore troppo insistente, decide di andare a cercare la sua amica per tornare a casa, ma “accidentalmente” si scontra con un armadio facendogli rovesciare addosso il suo drink: un metro e novanta di altezza e un fascio di muscoli. Non ha alcun dubbio, il tipo è arrabbiato abbastanza e lei è spacciata, fino a quando non sente una voce calda alle sue spalle che prende le sue difese. Jude si aspettava una scazzottata in piena regola, invece i due si abbracciano e iniziano a ridere di gusto; ok, sono proprio strani, e la cosa migliore da fare è allontanarsi, ma qualcuno la trattiene e le intima di offrire da bere all'armadio, ma una nuova risata accompagna questa richiesta e decide che sarà il suo “salvatore” ad offrire. Avviene tutto velocemente, un attimo prima lei è seduta in maniera sensuale e provocante allo sgabello del bar e un attimo dopo il ragazzo che aveva di fronte è salito alla consolle, un'entrata accompagnata da applausi e urla, e la folla è pronta a scatenarsi al ritmo dei beats. La musica la trascina in pista e un attimo dopo Maze, la sua più cara amica, la raggiunge e ballano insieme fino allo sfinimento. Jude sa che lui è sbagliato per lei, sa che è il classico dj sciupafemmine, una di quelle persone con cui è impossibile costruire una relazione fissa, deve dimenticare lui e la sua musica travolgente. Eppure, per uno strano scherzo del destino, lui andrà a prendere un caffè proprio dove lei lavora e lo scambio di battute sarà tagliente all'ennesima potenza. Red ancora non riesce a crederci, è la prima ragazza che gli risponde “picche”, non cede alle sue avances e questo per lui diventa motivo di sfida: deve averla assolutamente.

L'Inferno è quello che ci meritiamo, questo è più o meno tutto quello che c'è da sapere sul mio conto.

Ma caro il mio dj, non hai ancora capito con chi hai a che fare, e Jude sembra essere intenzionata a fargli capire a tutti i costi che lei non è proprietà di nessuno, che non la si può comprare con abiti costosi e firmati e che non è una tipa “facile”, che cede solo perché lui è tanto acclamato dal popolo femminile. Ma una forza superiore, o meglio qualcuno di ancora più importante, farà in modo che loro debbano passare insieme più tempo di quello che avevano previsto, e non resta altro che deporre l'ascia di guerra e cercare di andare perlomeno d'accordo. Inizieranno a conoscersi, a mettere a nudo la propria anima; Jude dovrà combattere con i fantasmi del passato e Red cercherà di mettere insieme i pezzi del suo cuore ancora ferito. E se l'uno fosse per l'altra la parte mancante del proprio puzzle? Se per le loro personalità così diverse cercassero in tutti i modi di stare lontani, ma le loro vite incasinate li facessero avvicinare ancora di più?

[...] oggi penso che lei mi abbia salvato. Perché lo senti quando qualcuno ti salva. Tutto dentro di te cambia e non è tanto la persona a fare la differenza, no, sei tu. Sei tu che decidi che è arrivato il momento, sei tu che decidi di essere salvato e lo sai perché nessun'altra scelta sarà migliore, giusta, meno sicura. Quelli che ti amano ti salvano solo se sei pronto a farti salvare, niente di più, niente di meno. Ed io ero pronto. Dopo le lacrime, il dolore, i sensi di colpa e la depressione. Dopo tutto il vuoto, ho sentito di nuovo calore.

Ragazzi che fatica accennare alla trama senza spoilerare nulla, e giuro che è la prima volta che mi capita, perché è talmente bello che mi verrebbe voglia di raccontarlo dall'inizio alla fine. Quindi, cari i miei lettori, questo è un libro da LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
Ancora una volta Fabiola si dimostra all'altezza della situazione, creando una favola romantica moderna che fa sospirare, fa credere alla forza dei propri sogni, e non intendo un principe azzurro sul suo fido destriero. Quello è un soggetto ormai superato! Qua si parla di un uomo, un dj, tatuato dalla testa ai piedi in sella alla sua Harley Davidson! E ricordate che non bisogna mai fermarsi alle apparenze, perché dietro quell'atteggiamento da duro può nascondersi un cuore di panna.

Dopo un tempo che mi sembra infinito, trascorso a cerca di farla smettere di tremare, lei finalmente si aggrappa alla mia t-shirt e affonda il viso nel mio collo. Ed è esattamente questo il suo posto. Lo so io. Lo sa lei. È solo che è tutto così dannatamente complicato!

Ho ADORATO l'ambientazione, New York fa da sfondo a una storia di tutto rispetto, con le sue luci sfavillanti e le discoteche che pompano musica fino a tardi, facendo divertire i giovani in cerca di svago. Ma ancora di più ho AMATO la costruzione dei personaggi, con i loro pregi e i loro difetti.
Jude è una ragazza di 24 anni che dimostra fin da subito una maturità e un atteggiamento da donna matura, sa quello che vuole e soprattutto sa quali sono le persone da evitare. La sua vita non è mai stata tutta rose e fiori, e si è trovata a fare i conti con le proprie scelte senza mai doversene pentire. Odia i tradimenti e per questo ha deciso di chiudere con le avventure di una notte perché non fanno per lei; vorrebbe una relazione stabile e duratura, qualcuno che si prenda cura di lei, che la ami incondizionatamente. Vorrebbe la sua favola d'amore, quella che si legge nei libri, quella che termina con la classica frase del “E vissero tutti felici e contenti”, ma sa che la realtà è ben diversa e rimane per ora solo una semplice cameriera con un sogno nel cassetto.

“Che c'è?”
“C'è che ci siamo, ragazzina. È lui, è quello giusto.”
Le do le spalle e incrocio le braccia come per difendermi.
“Come lo sai? Perché io non ci capisco niente.”
Le sfugge una sonora risata, poi mi sfiora una guancia e mi sposta una ciocca di capelli dietro l'orecchio.
“Ed è proprio per questo che lo so. Se tu, che sai sempre tutto, che non fai mai errori, che sai sempre qual è la cosa giusta da fare. Se proprio tu, non ci capisci niente, allora è chiaro che non può che essere quello giusto. Ricordi cosa ti dicevo da piccola? Innamorati della persona che ti sembra più sbagliata, solo allora sarai certa di aver trovato la persona più giusta per te.”

Red è il classico bello e dannato, quella persona consapevole di avere le donne in suo potere, quello che sa di avere il comando perché a lui è impossibile dire di “no”. Il passato non sembra volergli lasciare tregua, facendo i conti con il suo cuore ferito, ma l'amore per la musica lo aiuta a uscire da quel tunnel che non sembra avere mai fine. L'incontro con Jude diventa per lui motivo di sfida, il suo ego si sente minacciato, deve rimettere al proprio posto quella ragazza impertinente. E se lei fosse la cura per il suo cuore spezzato???

È solo per oggi. Ancora per oggi lascio che le sue labbra mi annebbino il cervello e mi confondano il cuore. Un cuore rotto, spezzato, ma che al tramonto di un giorno di fine estate, batte solo per lei.

La cosa che apprezzo di più di questa autrice è il fatto che i suoi romanzi non annoiano mai; la struttura a pov alterni in prima persona continua a essere uno stimolo per il lettore, grazie anche alla brevità dei capitoli; e ammetto di aver ancora una volta “divorato” questa sua ultima creazione in 24 ore. La storia non è scontata, il mondo non ruota attorno ai personaggi principali, anzi, riesce con cura e maestria a dar spazio ai personaggi secondari che fanno da contorno alla storia, creando un insieme armonico e lineare.
Ringrazio ancora una volta Fabiola per avermi dato la possibilità di leggere questo romanzo in anteprima, e ora non resta che aspettare la prossima storia che nascerà dalla sua penna.

È come se senza di lui non sapessi brillare. Come se fossi solo buio. Insieme a lui, invece, sono luce allo stato puro. Con lui, sono tutto ciò che voglio essere.


Fabiola Danese è nata a Taranto il 09/01/1990. Diplomata al liceo dei beni culturali Archita da Taranto e laureata in Editoria e Giornalismo presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Bari. Autrice della raccolta di poesie “Tutta colpa di Cenerentola” (BookSprint Edizioni) anno 2013 e di numerosi racconti come “Quello che (non) so di te” compreso nell’antologia Obession 2, “Senza fare rumore”, compreso nell’antologia Ispirazione pura e molti altri (tutti i racconti sono stati pubblicati nel 2014) “La cercatrice di sogni”, pubblicato dalla Butterfly Edizioni (dicembre 2014) è il suo primo romanzo. Risale a maggio 2015 la sua seconda pubblicazione in selfpublishing del romanzo (chick lit) scritto a quattro mani con Luca Casamassima “Le paturnie di Miss Moon.” Seguono i romance “Mai nessuno al mondo e “Dimmi dove finisce il cielo” rispettivamente usciti il 9 gennaio e il 18 maggio 2016.”  Al momento collabora con Pugliamag (rivista quindicinale) e si occupa della realizzazione di Book-trailer.


Nessun commento:

Posta un commento