Ultime recensioni

martedì 21 febbraio 2017

DOPPIO GIOCO di Kylie Scott



Titolo: Doppio gioco
Autore: Kylie Scott
Data di uscita: 21 febbraio 2017
Ambientazione: Portland, Usa.
Serie: The Lick series, vol. IV
Genere: New Adult, contemporaneo

Con un test di gravidanza positivo, la vita ordinaria di Lizzy Rollins sta per cambiare completamente. E per sempre. A Las Vegas si è lasciata andare e ha passato una notte con Ben Nicholson, il bassista degli Stage Dive. Ma Lizzy lo conosce bene. Sa che Ben non è il tipo d’uomo in cerca di una storia seria e duratura. D’altra parte per Ben Nicholson Lizzy è off limits. Assolutamente. Perché è la sorella minore della moglie. Non importa che ne sia follemente attratto, che lei sia dolce e sexy: tra loro non può esserci niente. Niente oltre a quello che è successo a Las Vegas. Eppure adesso c’è qualcosa che li lega, forse nel modo più profondo possibile. E chissà che anche i loro cuori non siano destinati ad avvicinarsi…

Quando hai ventun anni, frequenti la facoltà di Psicologia e ti sei lasciata alle spalle un’adolescenza ribelle, l’ultima cosa che ti aspetti è stringere tra le mani il secondo test di gravidanza positivo, cercando di convincerti che sia tutto uno scherzo. Un pessimo scherzo. Soprattutto considerando il fatto che il padre del bambino è l’essere più spregevole di tutto l’universo.

Un calore indesiderato mi riempì il petto al ricordo. Era trascorso tanto tempo dall’ultima volta che avevo pensato a lui con un qualcosa diverso da bleah.

Elizabeth Rollins, Liz, ha appena vent’anni quando incontra per la prima volta Ben Nicholson, batterista dei Stage Dive, la band per cui suona il fidanzato della sorella Anne, Mal Ericson (E’ stato solo un gioco – The Lick series vol. II) e da quel momento non riesce a toglierselo dalla testa. A nulla valgono le minacce del nuovo cognato e le occhiatacce della sorella, perché è impossibile non cedere al fascino di un metro e novantotto di splendore mascolino. Per non parlare della sua barba! Così come è impossibile che lui si interessi a lei. Almeno questo è quello che pensa.

Naturalmente sapevo chi era. Ben Nicholson, il bassista degli Stage Dive. Ma la sua presenza nei video musicali o nella vasta collezione di poster di Anne non mi aveva mai colpita come accadeva ora.
Vederlo le provoca una serie di emozioni indicibili, soprattutto per una come lei, che ha da tempo smesso di credere che l’amore vero esista, visto il tragico epilogo del matrimonio dei genitori. Ben, da parte sua, non ha alcuna intenzione di legarsi a qualcuno o mettere radici, men che meno con la “sorellina” del suo carissimo amico Mal. Il punto è che, per quanto riconosca di doverle stare lontano, c’è qualcosa in quella donna che lo attira oltre misura. Forse il suo aspetto, i lunghi riccioli biondi, la sua simpatia o, ancora, la sua intelligenza, ma per quanto desideri scappare via, è a lei che ritorna il pensiero, nei momenti più disparati. La sera del matrimonio di Anne e Mal, a Las Vegas, succede l’inevitabile. Dopo averci girato intorno, con scambi di sms divertenti e provocatori, una sola notte di passione infuocata cambia radicalmente le loro vite, sebbene nessuno dei due sia pronto per una responsabilità del genere. Soprattutto considerato il fatto che hanno tutti contro e la reticenza di Ben a stringere legami.

Aveva due labbra magnifiche, perfettamente incastonate nella barba corta. I capelli erano cresciuti oltre la linea della rasatura sui lati ed erano piuttosto lunghi in cima con un taglio da hipster: onestamente aveva un aspetto scarmigliato, selvaggio.

Che cosa fare? Come è possibile far funzionare le cose? Crescere un bambino non è esattamente un gioco da ragazzi, questo lo sanno entrambi. Bisogna trovare un compromesso, lasciare andare qualcosa, cambiare prospettiva, visione della vita. Ma, il punto è: riusciranno a farlo? Riusciranno a risolvere i problemi che si presenteranno al loro cospetto, o sceglieranno la strada più semplice?

«E carino come sei, con la barba e i muscoli, sei troppo maledettamente pericoloso e… complicato e stronzo per me». «È così?» «Sì. Hai finalmente compreso?»
«Ci puoi scommettere».
«Perché sei qui?». Allungai le braccia dietro la mia testa e afferrai i suoi polsi, fermandolo. «Ben?»
«Perché a quanto pare sto di merda quando sono lontano da te».

Doppio gioco è una dolcissima storia d’amore, a tratti divertente e molto infuocata. Il fatto che si tratti del capitolo conclusivo della serie ci permette di incontrare i personaggi dei precedenti volumi e scoprire l’evoluzione delle relazioni degli altri tre componenti del gruppo, con le piacevoli scoperte che questo comporta. Ritroviamo, ovviamente, Anne e Mel, Evelyn e David (Tutto in una sola notte) e, infine, Jimmy e Lena (Nessun pentimento) ed è grandioso scoprire che i nostri “amici” abbiano ancora qualcosa da dirci circa il loro amore.
Il libro è autoconclusivo, ma consiglio la lettura dei precedenti volumi per capire meglio i vari personaggi che si incontrano nel corso della storia e i motivi di alcune scelte. La scrittura è molto fluida e scorrevole. Le scene hot sono davvero caldissime e il linguaggio è abbastanza forte. Personalmente ho amato da morire Ben, perché a “noi” il gigante buono, barbuto e tatuato piace da impazzire. Dico bene? Ho ammirato la forza di Liz nell’affrontare una situazione delicata e la scelta di seguire il cuore, anche quando la ragione le intimava di andar via.
In questo volume incontriamo anche un personaggio relativamente marginale, Vaughn Hewson, componente della band che apre i concerti degli Stage Dive, che è il protagonista del primo volume di un’altra serie della Scott, Dive Bar, il cui titolo è Dirty.


Per leggere le recensioni dei capitoli precedenti, cliccare sulle rispettive immagini!!


 

Kylie Scott, autrice bestseller del New York Times e USA Today, è da sempre appassionata di storie d’amore, rock’n’roll e film horror di serie B. Vive nel Queensland, in Australia, legge, scrive e non perde troppo tempo su internet. Doppio gioco è il quarto volume della The Lick series, composta in questo modo: Tutto in una sola notte (vol. I), È stato solo un gioco (vol. II), Nessun pentimento (vol. III).


Nessun commento:

Posta un commento