Ultime recensioni

lunedì 23 gennaio 2017

L'ULTIMO BACIO di Alessia D'Oria


Angela e Vincenzo sono giovani, e come ogni giovane, si imbattono per la prima volta nell’amore. Quegli amori che nascono da uno sguardo, una parola ed una carezza. Quegli amori che li senti ancor prima che comincino davvero. Ma il loro non è un amore comune, tanto meno semplice. I due innamorati scoprono di appartenere a due famiglie camorriste da sempre in lotta tra di loro. Entrambi cercano di rinunciare al loro amore, di disobbedire al loro cuore e di prestare ascolto alla ragione. La ragione urla e li supplica di perdersi e di ritornare alla loro vita fatta di obblighi mafiosi, di dolore, di paura e di rabbia. Proveranno a farlo, lo faranno perché la paura della morte incombe su di loro. Ma niente li spaventa di più di una vita divisi. E allora non ci sarà più niente da fare: affronteranno il nemico come guerrieri, con determinazione e coraggio. E cominceranno la guerra... senza sapere chi ne uscirà vincitore.
Angela e Vincenzo non sanno nulla l'uno dell'altra quando si incontrano per la prima volta. Si conoscono per caso ad una festa e boom, scatta la scintilla, ma il segreto che si nascondono è troppo grande per non venire a galla.

Angela ha 17 anni, è un'ottima studentessa liceale, molto diversa dalle sue coetanee. Il suo comportamento deve essere sempre impeccabile e lei sempre perfetta agli occhi degli altri. Abita in una grandissima e sfarzosa casa che si affaccia sul Vesuvio e odia la sua famiglia. Si la odia, con tutto il cuore.

Odia il cognome che porta, Sorrentino, e odia soprattutto tutto quello che si porta dietro. Droga, omicidi, vendette perchè lei, purtroppo, è la figlia di uno dei boss più potenti di Napoli. Ma Vincenzo ancora non lo sa, vede solo la luce che Angela ha nei suoi occhi. D'altronde non può mica pensare che lei faccia parte del Clan rivale alla sua Famiglia, i De Luca.

«Non posso costringerti ad accettarmi. Odi profondamente la tua famiglia, ed io non sono nessuno per poterti convincere ad avvicinarti a me, che sono tutto ciò da cui vuoi scappare. Ma se davvero non vuoi più rive
dermi, se davvero vuoi dimenticare questa notte, allora ti prego: baciami. E domani dimenticheremo tutto quanto, se è questo che realmente vuoi»

Per quanto i due ragazzi si scostino totalmente dalle vite delle loro famiglie, nel momento in cui scoprono la verità tutto gli cade addosso come un macigno e, come due moderni Romeo e Giulietta, cercheranno il più possibile di vivere il loro amore con serenità, senza mostrarsi alla luce del sole. Tutto questo affrontando alti e bassi, andando contro alle loro famiglie e ai loro amici, ma rimanendo sempre e comunque uniti.

"...Quel bacio era stato completamente diverso rispetto quello della volta precedente. Era così carico di promesse, così carico di aspettative, così urgente e bisognoso. Era come se grazie a quel bacio stessero esprimendo tutto il rammarico per non essersi trovati prima. Come se si stessero promettendo che quello, a differenza di come avevano pensato una settimana prima, non era un bacio di addio. Era il bacio del ritrovamento. Era il bacio a cui ne sarebbero seguiti altri, perché senza la loro vita non avrebbe più avuto lo stesso sapore. Il sapore delle loro labbra, ormai gonfie dopo i lievi morsi che si erano dati..."

"L'ultimo bacio - In qualsiasi modo e a qualsiasi costo" è il primo libro di una trilogia che sarà dedicata all'amore travagliato tra Angela e Vincenzo. Confesso che la storia di Alessia D'Oria mi ha lasciata senza fiato. 
La descrizione dell'amore e della passione tra i due personaggi, l'odio che è riuscita a far percepire quando Angela parla della sua famiglia; leggendo la parte dedicata a Ciro, l'autista di Angela, ho avuto un vuoto allo stomaco che mi ha lasciata parecchio scombussolata. Si parla di vita vera, di un amore che potrebbe davvero esistere per quanto sia complesso.

In conclusione, l'ho trovata una lettura molto interessante, molto diversa dai soliti romanzi "Happy Ending", che coinvolge totalmente il lettore, lasciandolo sulle spine durante il finale.

Chiuse gli occhi. "No, cuore, non hai perso.” Dentro di te lui ci resterà per sempre.






Nessun commento:

Posta un commento