Ultime recensioni

venerdì 19 giugno 2015

STORIA DI ANIME GEMELLE di Tabata Baietti



Se esistono le anime gemelle, questa storia parla di loro. E se il destino è già stato scritto, la loro storia è andata esattamente come doveva andare.” A volte il fato è clemente. Capita che trovi la tua anima gemella dall’altra parte della strada. Non la stavi cercando, e non volevi trovarla, ma poi eccola lì. Sola e fragile, arrampicata sul tetto di una casa nel silenzio della notte. Altre volte, ancora più rare, capita che le due metà di una mela siano gemelli. Così vicini e così simili che sembrano una persona sola. Sono, una persona sola. E ciò che il Destino ha unito, l’uomo non osi dividere.
Quando mi sono imbattuta in questo libro avevo pensato a un genere totalmente diverso da quello che sarei andata a leggere. Storia di anime gemelle è un libro che ti entra dentro, ma bisogna essere preparati psicologicamente.

Questa è la storia di due gemelli, Sam e Matt, e di Heidi, la ragazza dai capelli color paglia e dagli occhi di cielo. E voi penserete subito che si tratta di un triangolo amoroso. Forse sì o forse no, ma la verità è che l'anima gemella esiste veramente. Strade che si separano, obiettivi e aspirazioni diverse, eppure quando il Destino decide che due persone si debbano incontrare, lo farà accadere, forse allungando un po' la strada, ma accadrà di sicuro. Sam e Heidi sembrano essere le anime gemelle che dopo un lungo cercarsi si sono finalmente trovate, eppure da questo rapporto Matt non è mai escluso: il suo amore resta nell'ombra.

A volte capita che ti innamori di una ragazza. Te ne innamori dal primo momento in cui la vedi. Quando sei così piccolo, che neanche sai cos'è l'amore, succede che diventi grande. Succede che, per qualche misterioso motivo, lei ti corrisponde.

Un filo sottile lega i tre protagonisti, un filo destinato presto a rompersi con la morte di Sam e stravolgendo tutto il loro mondo. Una perdita impossibile da superare da soli, e laddove Matt rifugge da qualsiasi contatto, Heidi la ricerca. E si trovano così ad affrontare insieme quel dolore, riempendo quei silenzi di un vuoto che nessun altro potrà mai colmare.

L'attrazione reciproca, frutto della chimica e della fisica, li distruggeva e li armava della loro felicità. Quel piccolo cristallo che avevano condiviso, univa i loro corpi, le loro menti, i loro battiti, colpevoli e innocenti allo stesso tempo, in un'unica entità.

Il libro sembra iniziare in maniera confusa, ma niente paura, perché sarà come osservare il mondo con gli occhi di chi evade dalla realtà riempendosi di fumo e di droga; come se a ogni battito di ciglia si vivesse il vuoto di lunghi minuti senza ricordare come mai ci si trova in una determinata situazione. Un inizio in cui penserete “Ma l'autrice cosa si è fumata?”, ma che in realtà ci mette davanti a quello che succede al giorno d'oggi e che il più delle volte preferiamo ignorare.
Un libro che parla senza mezzi termini di droga, alcol, suicidio, la disperazione che una morte può portare, la ricerca della redenzione. E forse questa arriva quando si cerca di salvare la persona che ti sta accanto, distruggendo tutto “il male” che la circonda, a partire da te stesso, perché l'amore è anche questo.

Un racconto breve, ma intenso e drammatico che ti fa percorrere un tunnel buio, alla fine del quale troverai la luce che rappresenta la speranza e la voglia di tornare nuovamente a vivere. Un racconto in cui la Vita e la Morte la fanno da padroni, dove la prima cercherà sempre di imporsi sulla seconda.


Non c'è modo di opporsi al proprio Destino. Niente ha importanza. Non quello che desideri, non quello che vuoi, non quello che meriti. Gli eventi accadono e si succedono, il tempo passa inesorabile, e mai una volta si riavvolge. Mai una volta hai il potere di cambiare gli eventi.





Tabata Baietti è nata a Bologna nel 1990. Ha una laurea in Scienze Politiche, perché voleva conquistare il mondo, ma poi si è resa conto che anche in quel campo c'era crisi. Per cui adesso è disoccupata e aspirante “lettrice più veloce del mondo”. Ha talmente tanta immaginazione che quasi rasenta la patologia. Scrive storie da quando era piccola e Storia di anime gemelle è il suo romanzo di esordio.

Blog dell’autrice: ilgrandedottort.blogspot.it (Il Grande Dottor T)

Nessun commento:

Posta un commento