Ultime recensioni

mercoledì 2 maggio 2018

SILIX di Emanuela Riva


Esiste un mondo parallelo al nostro, chiamato Palsiv, dove vivono i Silix, splendide creature della pioggia.
I Silix hanno il compito di incorporare l'infelicità degli esseri umani e donare speranza nei loro cuori.
Una di loro, Mily, scenderà sulla Terra per aiutare Eric, un uomo con un difficile passato.
Lui le mostrerà la crudeltà delle persone ma riuscirà, indirettamente, a insegnarle il vero significato della parola amore.
In un mondo parallelo, chiamato Palsiv, vivono i Silix, le creature della pioggia. Una di queste, Mily, è la protagonista della storia che andrete a leggere. Sarà inviata sulla Terra per aiutare Eric, un uomo che ha affrontato un passato doloroso e che lo ha particolarmente indurito col passare del tempo. Tra le regole che non deve assolutamente infrangere un Silix, ci sono il divieto di svelare il proprio vero nome e di innamorarsi dell’umano da aiutare. Cosa combinerà la nostra giovane Silix?

“I Silix erano creature della pioggia, con il compito di consolare i mortali dalla depressione o addirittura dal pensiero del suicidio, donando loro una piccola quantità di felicità e speranza.”


Devo ammettere di non essermi mai imbattuta in queste affascinanti creature della pioggia (ADORO la pioggia), per questo motivo giudico questa storia originale. Ogni capitolo si apre con la strofa di una canzone o con la citazione tratta da un film, e i capitoli si alternano tra il punto di vista di Mily e quello di Eric. I personaggi sono sufficientemente caratterizzati, e la storia si sviluppa in modo non troppo scorrevole, aldilà dei piccoli errori che si possono riscontrare durante la lettura. Gli eventi si susseguono, interrotti a volte da piccoli flashback, ma in alcuni punti mi è capitato di perdere il filo del discorso o di trovarmi un attimo disorientata a causa della poca chiarezza nello sviluppo dell’intreccio. La storia nel complesso è bella, romantica e carica di significato. Il passato di Eric è sconvolgente e crudele.
Mily è una Silix coraggiosa e ci mostrerà il vero valore di quel sentimento che si chiama amore.

“Se ami fortemente qualcuno, devi imparare a non essere egoista. Devi imparare ad essere forte quando è il momento di lasciare andare quella persona a te cara, per il suo  bene.”


Il finale è stato il tratto più coinvolgente ed emozionante di tutta la storia, mentre i ricordi del passato di Eric sono stati davvero angoscianti. Ma anche nelle situazioni più buie può arrivare la luce della speranza a rischiarare la vita, quando meno ce lo aspettiamo.
Il romanzo è breve, è uno stand alone e se vi piace il genere fantasy condito da un pizzico di romanticismo, dovreste davvero leggerlo.
Ringrazio l’autrice per avermi concesso di leggere il suo lavoro e averlo sottoposto al mio umile giudizio.


Nessun commento:

Posta un commento