Ultime recensioni

venerdì 4 maggio 2018

Il Leone mette sotto l’Ariete di Anyta Sunday




Segni d'Amore - libro 1.5.

Perché Theo ha mai scommesso che un Leo avrebbe potuto sconfiggere un Ariete?
Il Leone mette sotto l’Ariete è un breve seguito a sfondo erotico del romanzo Il Leone ama l’Ariete (I Segni dell’Amore, #1). Può anche essere letto da solo.

L’oroscopo continua a vederci giusto, per quanto riguarda quel leone testone di Theo e il suo compagno Jamie, l’ariete. In questa novella, troppo breve per i miei gusti (avrei voluto leggere ancora riguardo questi due ragazzi), ritroviamo Theo e Jamie dopo il loro happy ending. Stanno trascorrendo l’estate sul lago da Jamie e Theo ha lanciato la sfida: il leone avrebbe potuto resistere più a lungo dell’ariete senza fare sesso.
La storia è quindi incentrata su questa sfida che nessuno dei due vuole perdere, ma che al tempo stesso, rappresenta una tortura per entrambi.
Theo è sempre impulsivo ed energico, spesso un po’ troppo sopra le righe, ma fa tenerezza per quanto rimanga sempre vulnerabile su certi argomenti. Jamie appare controllato e algido, ma rivela poi sempre il suo cuore di panna. Due personaggi che abbiamo visto vittima di fraintendimenti, passione, confusione e poi giungere all’amore. Questa storia rappresenta uno spaccato divertente e hot, ma senza mettere da parte le vere emozioni, di quella che è la vita dei due dopo la loro affermazione come coppia.
Lo stile semplice e scorrevole dell’autrice, mixato con toni decisamente più sexy rispetto a quelli del libro precedente, dà vita ad un racconto vivo ed interessante che non risparmia brividi di passione.
L’autrice sottolinea come questa novella possa essere letta come stand alone, ma io consiglio di leggere prima “Il Leone ama l’Ariete” così da poter cogliere le piccole sfumature che rendono questa storia speciale e avere l’occasione di amare questi personaggi in tutte le loro sfaccettature.
In omaggio, c’è anche il primo capitolo del prossimo libro della serie “Lo Scorpione odia la Vergine” dove vengono introdotti Percy e Cal e, devo ammettere, che non vedo l’ora arrivi il 3 luglio per poter mettere le mano, o meglio gli occhi, anche su questa storia che promette già molto bene anche dopo solo una manciata di pagine.


Theo si girò a guardarlo negli occhi grigi e decisi. Era nel bel mezzo della sua più grossa paura, circondato dall’acqua agitata dalla brezza, eppure non si era mai sentito tanto al sicuro. Quella consapevolezza lo riempì di un calore talmente intenso da lasciarlo quasi senza fiato.

«Parla con me,» lo incoraggiò, e gli risistemò il cuscino sotto la testa, «e ti chiarirò le idee su quello che provo.»
«D’accordo. Non mi piace sapere che, qualsiasi cosa facciamo, l’hai già fatta con Charlie. Mi manda al manicomio. Con la camicia di forza.»
Jamie gli sollevò il mento con un dito, puntò gli occhi nei suoi con aria sincera e lo baciò. «Non sai proprio quello che dici.»



Per leggere la nostra recensione del primo volume di questa serie, cliccare l'immagine!!


Sono una grande, GRANDISSIMA fan dei romance a “cottura lenta”. Amo leggere storie dove i personaggi si innamorano pian piano.
Alcune delle situazioni di cui preferisco leggere e scrivere sono: da nemici ad amanti, da amici ad
amanti, ragazzi che proprio non vogliono saperne di cogliere i segnali, bisessuali, pansessuali, demisessuali, tutti (gli altri) se ne sono accorti, l’amore non ha confini.
Scrivo storie di vario genere: romance contemporanei con una buona cucchiaiata di angst, romance
contemporanei spensierati e, a volte, persino storie con una spruzzata di fantasy.



Nessun commento:

Posta un commento