Ultime recensioni

mercoledì 16 maggio 2018

Fin dentro le ossa di Kim Fielding



Seguito di Uno scheletro sepolto

Serie Scheletri, Libro 3

La musa di Ery Phillips è latitante. Lui è certo che sia tutta colpa del suo lavoro di grafico, perché, parliamoci chiaro, quale musa vorrebbe disegnare loghi di supermercati e tavole di libri con cateteri?
Quando Dylan e Chris, gli amici di Ery, volano in Europa per una vacanza, Ery non si fa sfuggire l’occasione di trasferirsi nella loro fattoria, nella speranza che un periodo in campagna incoraggerà la sua musa a tornare.
Certo, la fattoria ha le sue stranezze – Dylan è un lupo mannaro e la casa è stata di recente infestata dai fantasmi – ma Ery non ha alcuna intenzione di cancellare i suoi piani solo perché i suoi amici gli hanno detto che c’è qualcosa di strano nel laghetto. Quello che non si aspetta è Karl, un bellissimo uomo nudo che fa la sua comparsa sulla riva.
Con Karl come fonte di ispirazione, Ery crea dei quadri incredibili e comincia a raggiungere un successo che prima aveva solo sognato. Ma stare con Karl presenta delle difficoltà che spingono Ery a mettere in discussione i suoi obiettivi professionali. Far avverare i propri sogni assieme a un compagno piuttosto inusuale si rivelerà molto più difficile di quanto Ery si aspettasse.
Con questo libro, il terzo della serie “Scheletri”, torniamo nella casa in campagna di Dylan e Chris e figurando anche piccoli camei di Drew e Travis di “Speachless”, ma il focus si sposta su Ery e sulla sua arte.
Lui lo avevamo già incontrato in “Uno scheletro sepolto” in quanto vecchio amico di Dylan e soprattutto, con una nonna in grado di parlare con gli spiriti, ma adesso diventa il protagonista della storia e voce narrante di tutte le vicende. Non mancano le interazioni con i suoi amici “stravaganti” e, mentre bada alla casa di Dylan e Chris mentre questi sono in viaggio, incontra l’inaspettato: un uomo nudo che vive nel laghetto. Fortunatamente sa che esistono i lupi mannari e i fantasmi così, dopo uno shock iniziale, gli sarà più semplice avere a che fare con Karl che, con i suoi modi gentili e genuini e la sua bellezza, risveglierà la sua musa sopita portandolo a creare quadri di ineguagliabile bellezza.
Il personaggio di Karl avrebbe potuto essere maggiormente sviluppato, a mio avviso, magari con un pov alternato. Anche così, comunque, emerge dallo sfondo per rappresentare una parte importante della storia grazie alla sua relazione con Ery che rimane, comunque, l’indiscusso protagonista. Il personaggio di Karl fa tenerezza, rifiutato dai suoi stessi simili e dal suo ultimo amante umano, non crede di poter meritare a lungo la felicità e così cerca di trarre il meglio da ciò che gli è concesso. È sempre altruista e positivo nonostante la vita gli abbia sempre riservato il peggio.
Ery si trova così in un punto difficile della sua vita dove dovrà scegliere ciò che vuole davvero, chi vuole essere e se la sua arte ed il successo professionale sono davvero la sua massima aspirazione di vita.
Una storia dolce e densa di emozioni dove ci si ritrova davanti ad uno dei quesiti più vecchi del mondo: amore o carriera? Non importa che siano coinvolte creature sovrannaturali o persone della stesso sesso, l’amore è sempre amore ed è ciò che fa girare il mondo.



“Non sono mai stato così felice. Anche tu a volte ti senti così, Ery? Come se il tuo cuore fosse troppo grande per restare dentro al petto?”
Era proprio così che Ery si sentiva in quel momento, ma non lo disse.


“E io devo tornare in città.”
“Lo so. Ery, so che hai una casa tua e un lavoro e degli amici e una famiglia… l’ho sempre saputo che saresti dovuto andare via. Io sono solo… solo un nix. Tu hai la tua vita da umano da vivere.”
“Tu non sei solo qualcosa. Sei incredibile.”
Quando Karl sospirò, il suo respiro gli gelò la pelle. “So che gli umani si innamorano e trovano dei compagni.
Come Dylan e Chris. So che lo farai anche tu.” Gli accarezzò la guancia con il pollice. “Un altro uomo che sarà bravo con te e ti amerà. Ne hai bisogno. Te lo meriti.”


Oh, lo sguardo sul viso di Karl! Gli occhi verdi spalancati nello stupore, le labbra carnose leggermente socchiuse. Anche se fosse vissuto quanto un nix, Ery avrebbe potuto passare il resto dei suoi giorni sapendo esattamente che volto avesse l’amore, perché era esattamente quello che stava vedendo in quel momento.
Sperava che Karl stesse vedendo la stessa cosa.

Kim Fielding è molto contenta ogni volta che qualcuno la definisce “eclettica”. I suoi libri hanno vinto più volte i Rainbow Awards e spaziano tra vari generi letterari. Ha fatto avanti e indietro per i due terzi della costa occidentale degli Stati Uniti e al momento vive in California, dove ha finito lo spazio nella libreria molto tempo fa. Insegna all’università, ma sogna di viaggiare e scrivere a tempo pieno. Sogna anche di avere due figlie perfettamente educate, un marito che non sia ossessionato dal football, e una casa che si pulisca da sola. Alcuni sogni sono più facili da realizzare di altri.

Nessun commento:

Posta un commento