Ultime recensioni

giovedì 5 aprile 2018

Romeo&Romeo di Lily Carpenetti


Come nella famosa tragedia di Shakespeare, ci si trova davanti a un amore a prima vista, travolgente e impossibile da ignorare, tra due ragazzi dalle vite opposte.
Valerio è un sognatore romantico, innamorato dell'essenza dell'amore stesso, ma di famiglia agiata dalla mentalità ristretta, al limite dell'omofobia.
Elia invece è gay e si esibisce come Drag Queen in una discoteca.
Il loro amore cercherà di vincere le paure che loro stessi provano, per riuscire un giorno a sfidare le convenzioni sociali.

Nonostante si tratti di una novella di poco più di un centinaio di pagine, ho davvero apprezzato questa lettura. Mi è piaciuta la struttura tipo commedia teatrale, come l’originale Shakespeariano, ma mischiata con la modernità dei contenuti e degli approcci tra i protagonisti.

Valerio appare subito come la classica pecora che segue l’amico Stefano nelle su bravate da bullo, ma quando incontra Elia qualcosa per lui cambia, soprattutto quando scopre che sotto glitter e trucco si nasconde un ragazzo piccolo e fragile.
I personaggi sono ben delineati anche se, a causa della brevità dell’opera, i loro background sono solamente accennati e le loro azioni circoscritte al presente. Il pov alternato tra i due protagonisti permette un migliore approfondimento sui loro pensieri e azioni.
Una storia scorrevole che parla di come l’amore vada al di là di ogni genere e sesso, ma che spesso può essere oggetto di sofferenza quando non compreso dalla società che ci vorrebbe tutti incasellati in stereotipi ben precisi. Una lettura raccomandata per trascorrere qualche ora in compagnia di due giovani ragazzi alla scoperta dei sentimenti e che dovranno scontrarsi con l’amara realtà prima di giungere all’happy ending che non può mancare in un romance.




Lui era lì, era reale, non il sogno a occhi aperti di un innamorato ed era qualcosa di totalmente inaspettato. Dopo un primo momento di confusione, l’emozione era rimasta la stessa. Il cuore faceva le medesime capriole in petto di quando credeva fosse una bellissima ballerina. Inoltre, stava davanti a lui, bastava allungare una mano per stringerlo e non lasciarlo andare mai più. Il solo pensiero di separarsene era un’idea che non voleva nemmeno prendere in considerazione.

Elia aveva sollevato il volto verso di lui, apparendo intimidito, insicuro. Un’immagine nuova per Valerio, che glielo fece amare ancora di più.
«In questo momento, per esempio,» sussurrò accorato. «Ho una paura fottuta di non piacere a te. Di non piacerti abbastanza.»

Gli chiuse definitivamente la bocca con un bacio appassionato, con naturalezza, come se fosse la cosa più normale in assoluto baciare un uomo in pubblico. In fondo, lo era: stava baciando il suo ragazzo, che amava al punto da sentirsi male ed era orgoglioso di appartenersi a vicenda con l’essere più splendido che avesse mai conosciuto.
Lucia Carpenetti, nata a Trieste nel 1974, affianca da anni al lavoro nell’ambito del sociale la passione per la scrittura.
Dopo aver pubblicato vari racconti in antologie, approda alla neo-nata casa digitale Lite Editions, che tratta racconti erotici, per la quale, cominciando a usare lo pseudonimo Lily Carpenetti, pubblica due serie M/M e una di genere fantastico F/M:
È amore... in 5 e-book;
Fashion in 3 e-book;
Virus in 4 e-book;
L’anno dopo passa a Delos Digital, con la quale pubblica un racconto erotico lungo e un romanzo breve, sempre di genere erotico:
Onda d’Amore di 46 pagine;
Finalmente Donna di 77 pagine;
L’avventura con Triskell inizia, dopo la pubblicazione di un paio di racconti urban fantasy per GDS, con le antologie natalizie e La Lanterna dei Sogni:
Uno Sguardo all’Improvviso in Racconti Sotto l’Albero 2014;
La Scarpetta di Cristallo tra le fiabe a tematica LGBT de La Lanterna dei Sogni.
Etoile de Noel in Racconti Sotto l’Albero 2015;
Crossroads è il primo romanzo con Triskell Edizioni, ma nel frattempo è iniziata anche una collaborazione con Damster Edizioni, con la quale ha pubblicato una trilogia di romanzi erotici M/M, che ha riscosso un buon successo di pubblico:
Upside Down;
Down Down Down;
Right Side Up.

Nessun commento:

Posta un commento