Ultime recensioni

giovedì 19 aprile 2018

PROTEGGI IL MIO CUORE di Nicole Jacquelyn



Kate è stata a lungo innamorata di Shane, un ragazzo affidato ai suoi zii insieme al quale è cresciuta, ma la passione si è interrotta quando Shane ha sposato Rachel, una sua compagna di college. Dal matrimonio sono nati tre figli e Rachel ora ne aspetta un quarto, confortata dall’aiuto dell’amica che passa molto tempo in casa loro, trascurando la sua stessa vita, mentre Shane, militare di professione, è via per lunghi mesi. Tutto viene però turbato dall’improvvisa morte di Rachel, che rimane vittima di un incidente: rimasti soli col loro passato e con un presente non meno difficile, Kate e Shane si trovano così a dover fare i conti con le regole dell’amore…
E' meglio amare o essere amato?
Questa è una domanda che ritrovo spesso e a cui solitamente rispondo, dentro di me: Che senso ha una domanda simile? Chi vorrebbe l'uno senza l'altro? Sarebbe come poter solo sentire il profumo della pietanza preferita senza mai poterne assaporare il gusto.

Questo è il caso di Kate, la protagonista di quest'opera.
Fin da quando quel ragazzino taciturno è giunto a casa dei suoi zii, la giovane di allora non era mai riuscita a staccargli gli occhi di dosso e a chiedersi cosa passasse nella sua testa.
La vita poi ci si è messa di mezzo e lei, la ragazza che tutti credevano sbagliata, la stessa che metteva il cuore nelle cose in cui credeva, ha fatto un passo indietro, cercando di gioire con la sua migliore amica quando i due si son sposati, accettando tacitamente anche l'insofferenza di lui nei suoi riguardi pur di esserci per Rachel. Si è trasferita ad Oceanside, lasciando la sua famiglia, pur di stare accanto alla famiglia di lei ed ai loro figli, divenuti come suoi, trovando nuovi clienti per il suo lavoro e continuando anche lì la sua passione per la musica, esibendosi in serate di beneficenza per progetti umanitari.

La voce roca e piena, 
Kate teneva la chitarra come se fosse un bambino che aveva portato con sé per tutta la vita. 
Era completamente a suo agio lassù, 
mentre batteva il piede a terra e sorrideva 
al pubblico che iniziava a cantare con lei. 
Era tutto incredibile.
 Lei era incredibile.


Shane sulle spalle ha un passato difficile, trascorso fra famiglie affidatarie e rifiuti da parte di chi avrebbe dovuto amarlo, portandolo ad essere un ragazzino taciturno che difficilmente mostrava le sue emozioni. Questi, poi, scegliendo la vita militare, non è che siano migliorati, anzi, l'hanno reso ancora con una corazza più dura  a difenderlo dal mondo.
In Rachel, però, aveva creduto di aver trovato la sua casa e il suo rifugio, mai immaginandosi del brusco cambiamento che la sua vita avrebbe subito.

Immaginarsi la sua vita senza di lei è stato all'improvviso troppo per una persona con i suoi trascorsi. Nonostante questo, mai si è reso conto prima di quanto fosse importante per la sua famiglia il ruolo svolto da Kate negli anni, quanto sia riuscita a entrare nei loro cuori senza chiedere nulla se non il loro affetto, ricambiandolo cento volte di più. Mai una volta si è lamentata delle sue storie finite per via delle priorità che dà nella sua vita, o del fatto che abbia dovuto trasferirsi.
Non ha neppure fiatato quando le ha chiesto di star vicino ai suoi figli nei sei mesi che sarebbe stato lontano, per via dell'ennesima sua missione, ben sapendo quanto le cose fra loro fossero cambiate. Badare ai suoi quattro figli non è mai stato un problema per lei, ma è anche vero che non si è mai trovata nella situazione in cui ora riversa.

«Chiamerò a casa appena potrò» 
promisi, stringendole la mano. 
Me la portai alla bocca e le baciai le nocche. «Entra in casa.» 
«No» ribatté, scuotendo il capo. 
«Entra in casa, Kate.» 
«No. No.» Mi stava uccidendo. 
«Non voglio che resti qui da sola. 
Entra subito in casa, Katie»


Tanti malintesi e segreti albergano nella loro relazione, per non contare poi le bugie, la prima delle quali sembra proprio che Shane l'abbia detta a se stesso in tutti questi anni, facendo pagare a Kate il suo rifiuto, la sua indifferenza, vedendo sul volto di lei cosa provocavano.
Cambiare registro non è mai stato facile per lui, ma è una cosa che dovrà imparare a fare, soprattutto se vorrà continuare a tenere unita quella famiglia via via più numerosa.
L'unico problema? Quanto a lungo il cuore di Katie reggerà alla continua sofferenza a cui sembra sottoporla il solo fatto di amarlo? Quanto a lungo potrà reggere quel suo carattere così impulsivo che sembra sempre pronto a trovare le parole giuste per ferirla?

Ma Kate non era così. 
Kate non era Rachel. 
Lei apriva il suo cuore. 
Le sue emozioni erano sempre evidenti all’esterno.

Proteggi il mio cuore è la prima opera con cui debutta Nicole Jacquelyn in Italia ed è anche il primo volume della serie Fostering Love.

Grazie ai punti di vista alternati e alla narrazione in prima persona è facile immedesimarsi nella storia dei due protagonisti ma, soprattutto, è stato in parte straziante vivere sulla mia pelle i dolori che Katie subisce fin troppo spesso per via di quella persona che le ha sconvolto la vita, letteralmente. E non avete idea di quanto sia stato per me facile (ed è raro che lo dica) odiarlo al punto da sperare che lui scomparisse per sempre. Eppure, quel germoglio d'amore che la ragazza ha nel suo cuore non è stato facile da ignorare così come sperare in una redenzione per un'anima che troppo ha sofferto nella vita.
Cercate un libro sulle seconde occasioni?  Direi questo possa far per voi.


Nessun commento:

Posta un commento