Ultime recensioni

giovedì 12 aprile 2018

GEORGIANA di Deborah Begali




TITOLO: Georgiana
AUTORE: Deborah Begali
EDITORE: Leggereditore
SERIE: Autoconclusivo

Inghilterra, 1815. Georgiana Eagle è una donna intelligente e arguta che non ha ancora trovato l'amore della sua vita e che, sotto lo pseudonimo C.C. Eliot, si diletta a scrivere articoli pungenti contro le svenevoli convenzioni della nobiltà per il Wollenbridge Journal.
Lucas Benedict è un capitano della marina di Sua maestà, appena rientrato in patria dopo aver combattuto le guerre napoleoniche. Affascinante e sicuro di sé, unico futuro erede del patrimonio della sua facoltosa famiglia, è stato cresciuto da una madre ipocondriaca e dalla dispotica zia Lady Asheby, che vuole a tutti i costi vederlo prendere moglie.
Il primo incontro tra i due giovani non sembra far sperare per il meglio: entrambi, troppo orgogliosi, presuntuosi e fuori dagli schemi, amano vivere secondo le proprie regole e negano ogni sentimento. Ben presto, però, un'irrinunciabile proposta di matrimonio e l'avvento della stagione a Londra stravolgeranno le loro esistenze.

Georgiana è una giovane nobildonna caduta in disgrazia a causa delle azioni del padre, povera e allontanata dalla società inglese. Vive con la madre ma è fortemente legata alla sorella e al cognato che cercano di aiutarla in ogni modo. Ormai, a metà dei suoi 25 anni, è considerata una zitella e le possibilità di ottenere un marito e delle ricchezze sono nulle. Ha un carattere forte e determinato, è irriverente e non ha paura di esprimere la sua opinione neanche su questioni che non la riguardano.
La cosa che ama di più e che riesce a calmarla è scrivere articoli per il giornale del suo paese nei quali critica i vizi e gli atteggiamenti di tutta la società e in primo luogo Benedict.

"Lei era Georgiana Eagle: una ragazza che aveva avuto una giovinezza sfarzosa, seguita da una vita semplice e ritirata. Era il tipo di persona che riteneva deprecabili le decisioni e le azioni avventate."

Benedict è freddo, cinico... un bruto. Tornato dalla guerra desidera solo essere lasciato in pace ma la zia non gli dà tregua: deve sposarsi per avere un erede al più presto e quale altro modo per infastidirla se non quello di corteggiare Georgiana Eagle, una delle ragazze più disprezzate dalla società?

"Benedict l'avrebbe spiazzata come di consueto e lei odiava profondamente non riuscire a calcolare con anticipo i rischi." 

Quando una caccia nel bosco si rivela quasi fatale per Georgiana a causa dello stesso Benedict il legame tra i due diventa più forte... inoltre l'arrivo di un inaspettato pretendente cambierà, a sue spese, la vita dei due.

Adoro i romanzi storici e ho letto questo libro con molto piacere e curiosità. I due personaggi sono diversi e uno più complicato dell'altro! Mi è stato difficile inquadrare Georgiana perché in alcune scene appariva in un modo e subito dopo il suo atteggiamento cambiava totalmente!
Benedict è stato freddo per tutta la durata della storia e soltanto alla fine ho visto il suo cuore iniziarsi a sciogliere. Girando le pagine per molto tempo vi domanderete se ci sarà un lieto fine o no...

"Quando si immaginava nella sua nuova vita si vedeva da sola e non accanto a quell'uomo che, seppure gentile, avrebbe amato il primo mese, sopportato il primo anno e odiato per il resto della vita. In molte, anzi quasi tutte, avrebbero accettato quel compromessa, ma lei no. E non perché fosse una timorata di dio ma perché non voleva essere associata a un uomo che riteneva inferiore a lei: non di ceto, non per denaro, ma per l'importanza che lei dava a se stessa."



La scrittura del libro al primo impatto è stata difficile da seguire a causa dei molti incisi e delle "premonizioni" ma successivamente ci ho fatto l'abitudine.
La scrittrice ha creato un piccolo ambiente ideale nel quale strutturare la storia e ciò è stato molto di aiuto allo svolgimento della trama.

 "Non esistono eroi. Non vi è giusto e sbagliato. Non possiamo esprimere alcuna opinione perché essa sarà sempre messa in discussione da un punto di vista diverso dal nostro."


"Era un uomo diviso tra il bene e il male e, se fino ad allora aveva sempre scelto il peggio, ora combatteva per qualcosa di più nobile."


Se vi piace il genere storico vi consiglio di leggere questo libro "made in Italy"!
Divertente per i battibecchi tra i protagonisti ma allo stesso tempo complesso per loro rapporto.

"C'era da dover decidere come uscire vittoriosa da una situazione in cui la bilancia sembrava sempre pendere dal lato che non era il suo."



Nessun commento:

Posta un commento