Ultime recensioni

venerdì 16 febbraio 2018

NATI SOTTO LA STESSA STELLA di Alessandra Angelini



Amelia studia Medicina all’Università di Bologna, ha un rapporto conflittuale con i suoi genitori ed è abituata a fuggire dai problemi. Fan e amica della band del momento, i Bad Attitude, ha una storia altalenante con il cantante. A sostenere Amelia ci sono le sue amiche Isabella e Caterina, ma soprattutto Nico, il bassista del gruppo. Amelia è sempre in cerca di emozioni che le facciano battere il cuore, mentre Nico vorrebbe soltanto evitare altri problemi: quelli lui li conosce fin troppo bene. Basta poco per rendere i confini del loro rapporto indefiniti… È un’estate piena di musica e di magia quella che vivono, un’estate unica in cui tutto è possibile. Ma come in ogni sogno, dal quale prima o poi bisogna svegliarsi, Amelia e Nico dovranno decidere se la paura è più forte dei sogni che vogliono realizzare. La felicità è a portata di mano, devono solo trovare il coraggio di afferrarla…

Protagonisti di Nati sotto la stessa stella, secondo volume della serie incentrata sui Bad Attitude, il bassista Nico, il cuore d'oro dei BA, Amelia, una studentessa di medicina e amica di........? Non ve lo ricordate? Cattivi, vi conviene dare una ripassata al precedente volume o davvero rischiate grosso.

Torniamo a noi però.

Amelia è una studentessa di medicina e, oltre che essere amica di Isabella e Caterina, è anche molto vicina ai BA, arrivando al punto di amarne anche lei ogni loro sfumatura che si intravede nelle loro canzoni.
E' vicina a tutto il gruppo, ma con un membro in particolare si è instaurato uno strano rapporto al punto che venirne a capo sembra impossibile.

A volte il destino ci mette lo zampino e quando ciò avviene nulla torna come prima, ti ritrovi su una strada che mai avresti pensato di percorrere.
Ed è proprio questo che le accade.


«Non è colpa tua». 
Il respiro di Nico si era fatto pesante. 
«Non c’è bisogno che me lo dica tu». 
«Allora perché lo nascondi? Non sei stata tu a fare qualcosa di male».
 «Non ne parlo perché le persone ti guardano strano quando racconti come sono andate le cose. Non ti credono»

Nel momento del maggiore bisogno, Nico la accoglie nella sua casa, la stessa che da qualche tempo è divenuta vuota dopo che il suo coinquilino se ne è andato, lasciandolo solo a gestire il disordine che gli aveva causato.
Il bassista non le apre però solo le porte di casa sua, ma anche le braccia, dandole tra di esse un rifugio solo per lei.

Non ha mai messo in conto che sarebbe potuta rivelarsi un'arma a doppio taglio, perché ogni attimo passato insieme comporta una maggiore intimità, uno sguardo a quegli occhi lo porta a perdersi, pregando di avere ancora un attimo in più in cui siano puntati su di lui e se per averli deve mettersi a nudo, così sia.
E per Amelia, questa, sarà una rivelazione dietro l'altra.



«Il basso è il cuore pulsante di un pezzo, 
l’essenza del ritmo, 
il posto da cui scaturisce ogni canzone. 
Quello sono io». 

Per tutti, lei per prima, Nico è sempre stato il bassista allegro, spensierato, la roccia di molti, soprattutto dei BA, ma mai avrebbe immaginato che fosse solo una facciata e che il suo animo nascondesse zone d'ombra, oltre che profonde ferite.
E un segreto, un rimpianto che gli ha condizionato la vita.
Con la facilità  con cui una persona respira, Nico è divenuto il migliore amico di Amelia, così come anche fra le sue braccia lui ha potuto trovare una serenità nella tempesta che alberga nella sua mente, facendogli per un attimo non sentire il peso dei suoi sbagli, dei suoi errori.

A volte il cuore ti dice una cosa, a volte la testa si ritrova d'accordo mentre altre volte ti spinge in tutt'altra direzione, facendoti ferire coloro che ami e questo Amelia lo ha capito fin da giovane, con la sua famiglia, ma mai come con Nico ha sperimentato cosa volessero dire queste parole.

In una lotta fra cuore e testa, fra sentimento e ragione, Amelia dovrà trovare la forza per essere sincera sino in fondo con se stessa, guardando dentro i propri dubbi e le proprie paure anche se farlo significherebbe far soffrire le persone a cui vuole bene.


Volevo imparare cose insieme ad Amelia perché non avesse rimpianti, per non farla guardare indietro. Ci morivo dentro di lei. In quel posto dove non potevi fingere. 

Dopo ben cinquantaquattro evidenziatori e non so quanti segnalibri, Nati sotto la stessa stella per me è stata una rivelazione.

Sapevo che Alessandra Angelini fosse brava, me lo aveva dimostrato quando raccontava la storia di Denis, ma qui ha fatto il botto. Credetemi quando dico che almeno alla fine di ogni capitolo c'era una frase che era pura magia.
Non so in quanti mi daranno ragione, o se sia solo mia questa cosa, ma in questo volume ho trovato lo stile molto più incalzante, fluido e con l'alternarsi dei pov la lettura risulta qualcosa di unico.
La cosa forse più sorprendente? Che nessuno dei personaggi secondari è lasciato a se stesso, abbandonato. Ad ogni volume tutti loro crescono, cambiano, sbagliano e imparano, questo perché come in una famiglia tutte le loro vicende sono portate avanti.

Una storia avvincente, che tiene il lettore incollato alle pagine, in un susseguirsi di situazioni che mai, mai, mai una volta son prevedibili, e il tutto, cari miei, accompagnato a suon di musica perché i Bad Attitude sono anche questo.

Un BA mi è entrato nel cuore tempo fa ma Nico è stato un fulmine a ciel sereno per me, qualcosa difficile da cancellare.

Per leggere la recensione del primo capitolo della serie, cliccare sull'immagine!!



Alessandra Angelini è nata a Faenza. Si è laureata in Chimica industriale a Bologna, che considera la sua città d’adozione. Appassionata di musica, divide il suo tempo libero tra le letture di ogni genere e la scrittura. Non dirgli che ti manca, romanzo inizialmente autopubblicato, è stato nella classifica dei libri digitali per oltre cinque mesi, finché non è stato scoperto dalla Newton Compton. Nati sotto la stessa stella è il secondo della Bad Attitude Series.


3 commenti:

  1. Questa recensione è pura emozione <3 Grazie mille Gabriella e sono contenta che ti sia piaciuta la storia di Nico e Amelia, così come le storie degli altri personaggi. Spero ti piacerà anche la prossima perché le cose diventeranno sempre più interessanti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son felice ti sia piaciuta ❤ non vedo l'ora di vedere cosa ci porterai fra le mani la prossima volta.
      PS, sappi che avrai un posto tutto tuo nella mia raccolta di citazioni :)
      Forza Bad Attitude, che qui non vediamo l'ora di rivedervi! In particolare non vedo l'ora di vederne uno, ma non svelerò ancora il nome pubblicamente:D

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina