Ultime recensioni

mercoledì 6 settembre 2017

Sulle tracce della Rosa-Croce di Abigail Roux


Quando Nick O’Flaherty raggiunge la scena di un duplice omicidio e ci trova un testimone oculare, pensa che quello sia il suo giorno fortunato. Ma non appena scopre che il testimone soffre di un’amnesia così seria da non riuscire neppure a ricordare il proprio nome, rimpiange di non aver seguito l’istinto e di non essersi preso una vacanza.
Poi il suo fidanzato ed ex componente della squadra di Ricognitori di cui facevano entrambi parte, Kelly Abbott, lo raggiunge a Boston e Nick si ritrova con le mani un po’ piene, mentre il caso e la sua vita privata collidono. Il testimone, che lui stesso ha ribattezzato “JD”, è pedinato da Julian Cross, un ex sicario della CIA. Per complicare ulteriormente le cose, JD sviluppa una sorta di attaccamento verso Nick che lui fatica a non corrispondere, mentre indaga per scoprire la sua vera identità.
Mentre tentano di capire se JD è un amico o un nemico, le indagini sul crimine li portano sulle tracce di un mistero molto più vecchio. Quando qualcuno tenta più volte di eliminarli, Nick è costretto a prendere come alleati alcuni vecchi nemici per risolvere un crimine di cento anni prima ed evitare che lui e Kelly finiscano a loro volta sui libri di storia.

Finalmente siamo giunte al secondo capitolo della serie “Sidewinder”, spin off della molto amata “Armi e Bagagli”, dove troviamo Nick e Kelly alle prese con un misterioso tesoro legato alla guerra d’indipendenza americana.

L’autrice riesce, come sempre, a creare una storia dai ritmi serrati che tiene il lettore incollato fino all’ultima pagina, questa volta nella ricerca di un tesoro massonico, senza però trascurare il lato romantico della relazione tra i protagonisti che stanno ancora cercando di trovare stabilità per la loro relazione abitando in due stati diversi. Nick si ritrova alle prese con un testimone oculare di un omicidio affetto da amnesia proprio quando Kelly riesce a prendersi un paio di settimane per andare a trovarlo così che i due devono ritagliarsi il tempo per stare insieme mentre vengono entrambi coinvolti da questa indagine che, via via, si trasforma nella ricerca di un misterioso tesoro che ricorda un po’ i film con Nicholas Cage che fa il cacciatore di tesori.

Una storia che scorre veloce e non annoia mai, dove i due si trovano a dover collaborare con una vecchia conoscenza di Nick, Julian Cross, ex sicario della CIA e con JD il testimone che non ricorda nemmeno il proprio nome, ma che sa moltissime cose sulla storia americana e su manufatti antichi. Tra sparatorie, incontri con la mafia irlandese, sbronze, ricerche di indizi sparsi per Boston tra cimiteri e ponti, dichiarazioni d’amore e videocamere rosse che rispuntano (a buon intenditor poche parole), Abigail Roux non fa mancare proprio nulla ai suoi lettori.

Insomma una lettura caldamente raccomandata non solo per gli appassionati dei Sidewinder, ma che potrebbe piacere anche a chi deve ancora conoscerli e che sa apprezzare una bella storia che mixa suspance e due uomini duri che sanno cosa significa la parola amore.



«Kels,» sussurrò, quasi con riverenza. Il modo in cui lo guardò negli occhi, l’amore e la devozione così chiari nel suo sguardo, era qualcosa che notava ogni volta che si toccavano, ogni volta che facevano l’amore. Non l’aveva mai visto guardare qualcun altro allo stesso modo.

«Ti amo,» sussurrò Nick. «Non ha nulla a che vedere con le circostanze, con il nostro passato o con tutte le volte che abbiamo rischiato la vita insieme. Ti amerei in ogni incarnazione di te stesso.»

Per leggere la nostra recensione del volume precedente, cliccare l'immagine!!


Abigail Roux è nata e cresciuta nella Carolina del Nord. Un’ex star della pallavolo specializzata in sarcasmo e dolorosa accuratezza storica, attualmente passa il tempo allenando una squadra di pallavolo delle superiori e investigando i misteri della maternità da single. Trascorre ogni momento libero tra la vita e la morte a ogni partita degli Atlanta Braves e dei Carolina Panthers. Abigail ha una figlia, la Piccola Roux, che è la luce della sua vita, un boxer, quattro gatti trovatelli che giocano un’eterna versione live di Call of Duty per la casa, una folle famiglia allargata lungo il cammino e un cast di centinaia di personaggi in testa.


Nessun commento:

Posta un commento