Ultime recensioni

domenica 17 settembre 2017

COLAZIONE IN RIVA AL MARE di Ali McNamara

La vera casa è dove si trova il tuo cuore...

Il sole splende sulla piccola e tranquilla località di mare di Sandybridge: accoglienti negozi di souvenir, una sala da tè e un favoloso fish and chips. È il posto dove Grace è cresciuta, anche se al momento non ne è troppo contenta. Finché è rimasta a Sandybridge, ha aiutato i suoi genitori a scovare dei tesori vintage per il loro negozio d’antiquariato, ma il suo desiderio è sempre stato quello di poter girare il mondo. E a un certo punto lo ha fatto: ha cominciato a viaggiare per lavoro, si è innamorata, ha costruito una famiglia. Allora perché si trova di nuovo in quella cittadina sul mare, che si era lasciata alle spalle, e a rivedere Charlie, il suo migliore amico quando era adolescente? Forse viaggiare in giro per il mondo non era quello di cui Grace aveva veramente bisogno. Forse quello che cercava è sempre stato a portata di mano… 

Ogni tanto mi piace cambiare genere, passare da un Young Adult a un Paranormal Fantasy a un buon vecchio e classico Romanzo! Stavolta mi sono buttata su “Colazione in Riva al Mare” di Ali McNamara. 

Ammetto che il titolo non c’entra proprio niente con la storia… non credo che abbiano mai fatto colazione in generale, adesso che ci penso. Ma bando alle ciance, immergiamoci in questo romanzo…
Questa è la storia di Grace, di una macchina da scrivere magica - Remy - una palazzo in stile Tudor e di due uomini che entreranno a far parte della sua vita contemporaneamente e non la lasceranno mai più…
Ancora non vi ho incuriosite abbastanza? Okay, step due!
Il romanzo si svolge in un arco temporale di circa trent’anni. Grace conoscerà Charlie e Danny  a una festa all’età di quindici anni. Charlie è un tipo particolare, capelli color carota, solitario, molto razionale; Danny è il ragazzo popolare, quello che tutte le ragazzine a scuola vogliono ma che nasconde un carattere dolce e simpatico.
La storia si sviluppa su più livelli, vivremo insieme a Grace le sue scelte di vita, patteggeremo, a momenti alterni, per entrambi i ragazzi, faremo il tifo per lei quando finalmente si deciderà a lasciare Sandybridge, una piccola località turistica in riva al mare, per seguire i suoi sogni e girare il mondo. 



"So cosa volevi dire, Gracie, ma io credo Che tu vada bene così come sei. Se vuoi cambiare, è affar tuo. Di certo non ti aiuterò io a farlo"
Questo è un vero e proprio viaggio all’interno della vita di una protagonista che non annoia e con la quale possiamo relazionarci tutti.
Non guasta la componente “magica” di questa storia, vorrete capire chi è Remy - se di qualcuno, in effetti, si tratta - e rimarrete con il fiato sospeso fino alla fine, perché, prima o poi, la piccola Gracie dovrà fare i conti con quello che ha sempre saputo e non potrà più nascondere i suoi veri sentimenti.
Ali McNamara non annoia mai, il romanzo è scorrevole, piacevole da leggere e mantiene alta l’attenzione del lettore per tutto il tempo. Le descrizioni sono minuziose ma non eccessive, i sentimenti che prova Grace li vivi in prima persona e, non c’è che dire, la storia è alquanto bizzarra e originale. 
Ho adorato i colpi di scena, studiati ad arte per farti dire, alle due di mattina, "ma sì dai, solo un altro paio di pagine!"




"A scuola non lo vedevo così spesso. Quando accadeva, però, la mia pancia iniziava a gorgogliare come un bollitore e la mia bocca si prosciugava..."








E poi arriva il finale… che un po’ ti aspetti, anche se speri che la storia prenderà un’altra piega. O almeno io l’ho sperato fino alla fine, ma niente da fare… IO NON CI PRENDO MAI CON I FINALI, ahimè vince sempre l’altro!
Questo libro lo consiglio a tutte quelle persone che hanno bisogno di staccare un po’ la spina dal solito bad-boy prepotente/affascinante (e sexy da morire) e vogliono immergersi in una lettura piacevole e realistica – macchina da scrivere a parte. 



Nessun commento:

Posta un commento