Ultime recensioni

giovedì 13 luglio 2017

VALERIA SENZA VELI di Elísabet Benavent



L'estate si avvicina, e l'estate, si sa, è la stagione dei nuovi amori, dei sogni da realizzare, degli incontri, ma anche quella degli addii e delle delusioni. L'estate di Valeria e delle sue amiche non fa eccezione: Carmen avrà Gonzalo, ma questa volta non si tratta di un uomo da sedurre, ma del suo primo figlio, di un rapporto destinato a durare per sempre. Lola non si smentisce, invece, ed eccola alle prese con un nuovo flirt, della tipologia più pericolosa: l'amante di turno è anche il suo nuovo capo. E Nerea adesso sembra essere davvero innamorata, di Jorge, giovane e avvenente fotografo. E poi c'è Valeria, che nonostante l'estate e la spensieratezza che dovrebbe portare si trova incastrata tra Bruno, il suo nuovo compagno con cui in fondo va tutto a gonfie vele, e Víctor, che non molla la presa, deciso a riconquistarla. Forse è arrivato il momento di decidere cosa vuoi davvero, Valeria: l'amore romantico, dolce, reso speciale dalla stabilità della vita quotidiana, o una cascata di emozioni a ritmo continuo, che della vita ti fa sentire solo gli alti? L'ultimo episodio della saga di Valeria non ci risparmia scintille e colpi di scena, trascinandoci in compagnia delle nostre quattro amiche madrilene in un nuovo mulinello di passione, erotismo e divertimento… senza veli. Con un finale a sorpresa che ha lo stesso sapore dell'estate più bella della nostra vita.
Ultimo capitolo di questa emozionante serie. Da dove iniziare??? Oddio, ho così tanto da raccontare che non riesco a raccapezzarmi. Allora, partiamo dal fatto che questo è il libro conclusivo di una serie composta da altri tre romanzi, quindi se non avete letto i precedenti, potreste incappare in

SPOILER

involontari legati ai romanzi già pubblicati.

Abbiamo lasciato Valeria al matrimonio della sua amica Carmen, e il suo accompagnatore era nientepocodimenoche…. Bruno! Avete letto bene! Lo scrittore preferito della nostra protagonista. E voi penserete “Dov’è finito Víctor?”. Io è dal terzo libro che inveisco contro le decisioni prese da Valeria. Lei lo ama, lo sa lei (lo so io) e lo sanno anche le sue amiche che cercano di farle ritrovare il lume della ragione. Ma ha troppa paura di soffrire ancora, e al momento sceglie la strada facile e qualcuno che possa darle le sicurezze e l’amore di cui ha bisogno. La loro storia inizia a diventare seria e iniziano anche una prova di convivenza, dato dal fatto che Bruno dovrà presenziare alle riprese di un film tratto da uno dei suoi libri.

So cosa ti ho detto. So che ti ho detto che era l'ultima volta. Ma... ho bisogno di vederti. Ho bisogno di sentire il tuo profumo. Ho bisogno che mi guardi di nuovo come quella notte. Torna, per favore. Torna perché ormai non sento più la tua mancanza. Adesso, semplicemente, ho bisogno di te.

La vita di Valeria viene scandita da un piacevole ritmo quotidiano e si divide tra il suo fidanzato, gli articoli per la rivista con cui collabora, le amiche di una vita e un nuovo progetto che sta tenendo top secret. Ma vogliamo ritagliare un po’ di spazio anche ai supporti morali e psicologici della nostra beniamina?
Iniziamo dall’amica d’infanzia, Lola. Lei che ha sempre avuto paura dei sentimenti e che non sapeva cos’era l’amore, è riuscita a trovarlo in Rai, un ragazzo conosciuto casualmente alla scuola di lingue. L’unico problema? La differenza d’età di ben nove anni (avete letto bene, lei è la più grande della coppia). Il loro rapporto sembra essere idilliaco, anche se la nostra Lolita teme che lui possa rendersi conto che là fuori c’è un mondo da scoprire e decidere di lasciarla. Eppure all’orizzonte si intravede un altro tipo di problema: l’ascesa lavorativa di Lola e il ritrovarsi fianco a fianco con il suo nuovo capo che è anche un figo da paura! Riuscirà a resistere alla tentazione o anche per lei vale il detto che “il lupo perde il pelo ma non il vizio”?
La Frigida/Tiepida Nerea alla fine l’ha fatto veramente. Ha mollato il suo vecchio lavoro e si è buttata a capofitto nel suo sogno: un’agenzia che organizza eventi. E le riesce anche piuttosto bene! Quindi gli affari vanno alla grande, peccato che non si possa dire lo stesso della sua vita sentimentale, ma qualcosa sembra essersi mosso; la sua attenzione è stata attirata dal fotografo che aveva ingaggiato per la festa di Lola, l’affascinante Jorge. Inutile dirvi che in un momento di euforia i due sono anche andati a letto insieme, e la cosa ha smosso un po’ le acque, al punto che la stessa Nerea, quella precisa, seria, che non mischia mai il lavoro con la via privata, quella che sognava un matrimonio e dei bambini, la stessa persona fredda, che programma tutto nel minimo dettaglio, vede la sua vita stravolgersi e inizierà a seguire l’istinto e non più la ragione. Darà una possibilità allo squattrinato Jorge?
E cosa dire di Carmen? In questa storia è maturata tanto, il suo carattere è diventato forte e determinato, ma continua a elargire saggi consigli, soprattutto quando Valeria è in crisi. Carmenchu ha coronato il suo sogno, ha sposato Borja (alla faccia della suocera maledetta!) ed è in dolce attesa del suo primo figlio, Gonzalo. La nostra neo mamma si troverà a fare delle scelte importanti e per la vita, e forse si ritroverà ad accantonare più di qualche sogno, prima che Borja sconvolgesse la sua vita e prima che tutto accadesse così in fretta.
Le vite di ognuna di loro verrà in qualche modo sconvolta, tutte e quattro si troveranno a fare delle scelte e a portarle avanti con tutte le loro forze, e Valeria sarà nuovamente nell’occhio del ciclone che porta il nome di Víctor!

Víctor si alzò e mi attrasse verso il suo corpo fino ad appoggiarmi sul suo petto, come una bambola inerte. Poi mi abbracciò, mi abbracciò forte. Non mi aveva mai abbracciata così. Né lui né nessun altro. Ed era un abbraccio che mi diceva su di lui molte cose a cui io non credevo. 

Volete sapere cosa penso di questo romanzo? Ha un finale da STANDING OVATION!!! E non solo, perché non ho mai pianto tanto come quando sono arriva alla fine. Non mi capitava di appassionarmi così tanto a un libro (e a un personaggio maschile) dai tempi di Travis Maddox: smetti di fare qualsiasi cosa perché il pensiero è fisso là, a quello che succederà nel capitolo successivo.
Ho iniziato questa serie senza sapere cosa aspettarmi, per poi ritrovare tra le pagine di questi libri delle amiche, perché ognuna, a modo suo, ha saputo elargire consigli e perle di saggezza. Si assiste a una vera e propria maturazione, una crescita professionale e personale di ogni singolo personaggio. Una serie che ci fa capire che nella vita si cresce e si cambia; cambiano le esigenze, cambiano i progetti che avevamo; prendiamo la consapevolezza che non tutti i sogni si possono avverare perché il destino ha in serbo per noi qualcosa di più grande; ci fa prendere le decisioni con la consapevolezza che non si torna indietro e che è bene affrontare la vita giorno per giorno e con il sorriso sulle labbra.
Ma lasciate che spenda due parole su Víctor. Inutile ammettere che me ne sono perdutamente innamorata, al punto che ieri sera pensavo “E ora cosa farò? Chi riempirà le mie giornate?”. In lui si assiste a un vero e proprio cambiamento. Sa di essere molto bello, che le donne gli cadono ai piedi al punto da assicurarsi una ragazza diversa ogni fine settimana ed è consapevole che Valeria rappresenterà la sua sfida più grande. E se prima era iniziato tutto come un gioco, le cose prendono una piega inaspettata; lei è diversa, è speciale, è l’unica che è riuscita a entrargli sotto pelle conquistando un posto fisso nel suo cuore e da là non andrà più via. Eppure sono successe troppe cose e Valeria è una donna che ha paura dei sentimenti (instabili) di Víctor, non lo reputa una persona capace di amare e di darle ciò di cui lei ha bisogno, e più lui cercherà di riavvicinarla più lei prenderà le distanze, fino a quando non tenterà il tutto per tutto per averla nuovamente nella sua vita. Noi donne non abbiamo bisogno di gesti eclatanti per sentirci amate e protette, basta fare il passo giusto al momento giusto per conquistare del tutto il nostro cuore.

«È questo il nostro problema» sospirai. «Che ci accendiamo e diventiamo ciechi.»
«Io ti vedo benissimo.»
«Cosa vuoi dire?»
«Che al centro di tutte le cose che mi piacciono di te ci sei tu. E tu non sei il tuo seno o... la pelle morbida delle tue cosce, né il modo in cui lo facciamo o come ti muovi. Non è quello.»
«E che cos'è?»
«È... di più.»

Volete sapere se  Víctor è riuscito nel suo intento? Prendete il libro, andate in spiaggia, in montagna o in collina, chiudete il resto del mondo fuori e immergetevi in questa fantastica e sensazionale storia. Sono sicura che non vi deluderà! Perché Víctor è come un diamante: per sempre.
Un sentito ringraziamento all’autrice (anche se non sono sicura che leggerà questa recensione) per aver scritto una storia reale, che parla di amore, amicizia, scelte difficili che ognuno di noi si trova a dover affrontare, e che ci fa capire che non saremo mai soli, perché non è necessario essere circondati da tanti amici che ci facciano sentire speciali, bastano quei pochi che si contano sulle dita di una mano, quelli che, nonostante i nostri continui sbagli, continueranno a supportarci sempre e che ci daranno sempre la loro opinione, perché voler bene a una persona significa farle vedere i propri difetti e accettarla per quello che è.
Grazie alla casa editrice per avermi permesso di leggere in anteprima i romanzi e per essere riusciti a portare in Italia una storia intensa e profonda come questa. Spero di poter leggere presto altre storie che mi appassionino così tanto come questa. E ora, vi prego, date un Víctor anche a me!


Per leggere la recensione dei capitoli precedenti, cliccare sull'immagine!!

  

Elísabet Benavent ha 33 anni ed è nata a Valencia, dove vive. È laureata in Comunicazione e il sogno della scrittura lo ha realizzato autopubblicandosi.
Oggi i suoi romanzi escono per uno dei più grandi editori spagnoli e registrano un andamento crescente, toccando le vette delle classifiche dei libri più venduti.
Le sue storie divertenti e romantiche hanno conquistato centinaia di migliaia di ragazze spagnole, che si riconoscono in quella vita libera e caotica, difficile, però prodiga di nuovi incontri e, forse, di nuovi amori.
Nei panni di Valeria è il primo di una serie di quattro titoli che usciranno in Italia per Rizzoli nel corso dell’estate: il secondo romanzo, Valeria allo specchio, sarà in libreria l’8 giugno, Valeria in bianco e nero il 22 giugno e Valeria senza veli il 13 luglio.

Nessun commento:

Posta un commento