Ultime recensioni

lunedì 3 luglio 2017

Smuovere le acque di Marie Sexton



Un libro della serie Wrench Wars – Gli assi dei motori

Ward Kent e Dean Zimmerman sono migliori amici sin dai tempi delle medie. Ora lavorano fianco a fianco nell’officina di Reggie, dove viene girato il reality show Wrench Wars – Gli assi dei motori. Fuori dall’orario di lavoro, Dean è un noto seduttore e l’amico gli fa da spalla. Non sospetta, però, che l’interesse di Ward è rivolto più alla fauna maschile che a quella femminile.
Tutto cambia quando Ash, il fratello minore di Dean, viene assunto all’officina. Ash sarà anche più giovane di loro di ben sette anni, ma ha una cotta per Ward da sempre e non si fa problemi a rendere note le proprie intenzioni.
Per Dean prendere atto che sia il fratello che l’amico sono gay è un conto, ma vederli insieme è più di quanto possa affrontare. Ward ne prende atto, ma viene messo alle strette: dovrà decidere se rinunciare alla loro amicizia – e anche al lavoro – oppure dire addio a Ash per sempre.




Eccoci giunti al quarto ed ultimo capitolo dedicato a questa serie che ha visto collaborare Marie Sexton e L.A. Witt, due bravissime e molto amate scrittrici m/m. Torniamo quindi nell’officina di Reggie, dove la zona rossa dedicata al reality wrench wars è ben delimitata e separata dalla “tana” dove lavorano i meccanici che odiano i riflettori come Chandler, Kasey e, appunto, Ward nuovo protagonista. Dean, il suo migliore amico, invece è un pavone da tv e con il suo fare goliardico e superficiale gli complica sempre la vita.
Ward non è propriamente nascosto nel suo armadio, ma non sbandiera nemmeno ai quattro venti il suo preferire decisamente gli uomini alle donne. A spingerlo a cambiare idea sarà Ash, fratello di Dean e suo nuovo apprendista al lavoro.
L’atteggiamento irrazionale e iracondo di Dean alla scoperta dell’attrazione fra Ward e Ash, subito spinge il lettore a prenderlo in antipatia, ma l’introspezione psicologica anche dei personaggi “secondari” è un tratto distintivo di questa autrice che, in poco più di sessanta pagine, riesce a creare una storia d’amore perfettamente delineata ed emozionante.
Una storia breve, ma molto scorrevole e coinvolgente, la perfetta lettura da portare sotto l’ombrellone.



“Perchè io voglio questo. Voglio un noi.” Prese il volto di Ward tra le mani e si sporse verso di lui. “Voglio le mattine in cui spegneremo la sveglia e faremo l’amore prima di andare insieme a lavorare. Voglio le serate sul divano, litigare per il telecomando, fare la spesa insieme di sabato, fare il bucato, e la domenica uscire dal letto solo per mangiare, e viaggiare insieme, e raggomitolarci sul divano quando fuori è freddo. Voglio le vacanze e i fine settimane e tutti i giorni che ci stanno in mezzo. Voglio te, Ward. E voglio molto di più di una storiella occasionale.”

“Ogni volta che inizio a essere felice con qualcuno, tu me lo rovini. Oppure mi imponi qualche ultimatum, o li screditi finché non me lo impongono loro, ma alla fine della storia mi ritrovo sempre a dover scegliere tra loro e te. E io sceglievo te. Ogni. Singola. Volta. Sceglievo te anche se ti odiavo per avermi messo in quella situazione. Mi ripetevo che se Nathan o Jonah ci avessero tenuto a me allora avrebbero capito…”“Esatto!”“Ma adesso… Accidenti, Dean, non lo farò di nuovo.”

“Senti, mi piace stare con te. Così come siamo ora. Sono pazzo di te e adoro che vogliamo le stesse cose. Ma… è come se fossimo in viaggio insieme, capisci? Di fronte a noi c’è una lunga strada, e mi piace dove porta. Davvero. Ma andare a vivere insieme sarebbe saltare dritti alla fine, e io voglio vivere ogni chilometro da qui fino all’arrivo. Voglio che arriviamo alla meta nel momento giusto, non saltare dei traguardi importanti per causa di Dean.”


Marie Sexton è sempre stata brava per quanto riguarda gli aspetti tecnici della scrittura, ma non aveva mai idee per scrivere storie. Dopo essersi laureata alla Colorado State University, ha lavorato per undici anni in una clinica specializzata in ostetricia e ginecologia. In un momento imprecisato dei mesi seguenti, quel blocco scomparve e la sua prima storia nacque lentamente.
Marie vive in Colorado. Le piace più o meno tutto ciò che comprende dei giovani uomini muscolosi l'uno sopra l'altro. In particolare, ama i Denver Broncos e le piace andare alle partite con suo marito. Spesso sono accompagnati da Matt e Jared. Marie ha una figlia, due gatti e un cane. Tutti loro sembrano impegnarsi a distruggere ogni brandello rimasto della sua sanità mentale. Lei li ama comunque.
Si può visitare il sito di Marie all'indirizzo http://www.MarieSexton.net o trovarla su Facebook.



Nessun commento:

Posta un commento