Ultime recensioni

venerdì 14 luglio 2017

Review Party: SENZA NESSUN SEGRETO di Leylah Attar




Un normale giorno di shopping sta per trasformarsi in un incubo per Skye Sedgewick. A un passo dalla sua macchina nel parcheggio viene rapita e narcotizzata. Poco dopo sembra arrivata la sua fine: lo sconosciuto la costringe a inginocchiarsi e le tiene puntata una pistola alla tempia. Skye aspetta che parta il colpo mentre recita la preghiera che l’aiutava a dormire da bambina, ma riceve solo un fortissimo colpo alla testa che la tramortisce. Al suo risveglio, l’incubo è ancora al suo fianco, ha i lineamenti scolpiti e uno sguardo impenetrabile. Chi è quest’uomo e perché le è così familiare? Questo è solo l’inizio di una storia sconvolgente, una tempesta di emozioni violente e di sentimenti che travolgono il lettore sin dalle prime pagine. Un romanzo d’amore epico, oscuro e indimenticabile.

Ciao Cosmo!
Oggi sono qui per parlarvi di un nuovo libro che molte di voi sicuramente stavano aspettando.
Il libro in questione è "Senza nessun segreto" di Leylah  Attar, un romance dalle sfumature dark e con una buona dose di suspense che mi ha tenuta incollata alle pagine *_*
Ma adesso vi lascio alla recensione, buona lettura!

Non so bene come parlarvi di questo libro perché, nonostante la trama sia semplice, in realtà la storia che viene raccontata è una delle più intrecciate e complesse che io abbia letto.

Questa è la storia di due vite, quelle di Skye ed Esteban. 

Due bambini così diversi tra loro che in realtà non avrebbero neanche dovuto incontrarsi, eppure quando i loro sguardi si sono scontrati, tutte le diversità si sono annullate.
Non importava più che una fosse la figlia del padrone e l’altro il figlio della tata.

Giorno dopo giorno nei pochi momenti che passavano insieme, un pomeriggio in giardino o la sera ad ascoltare le dolci ninna nanne che MaMaLu cantava, il loro legame si andava sempre più fortificando.




Erano i piccoli gesti che riscaldavano i loro cuori, quando Skye trovava gli origami che Estaban le lasciava in camera e che conservava gelosamente, o quando Esteban trovava le fragole, il suo frutto preferito, che lei aveva rubato per lui.

Se per Skye quel legame rappresentava l’amore e l’affetto che non aveva mai avuto, per Esteban significava la speranza in una vita migliore.


Finchè un giorno le loro strade vengono separate bruscamente dalla cattiveria dell’umanità e allora, non resta che andare avanti, ognuno per la propria strada.

"Signore, benedici la mia anima e vigila su papà, MaMaLu ed Esteban".


Furono queste le parole che Skye Sedgewick pronunciò quando si era ritrovata un pistola puntata in faccia.

Si trovava nel parcheggio, a pochi passi dalla sua auto, ed era pronta a tornare a casa ma, qualcuno aveva pensato ad un finale a sorpresa per il giorno del suo ventiquattresimo compleanno.

Perché mi aveva rapita?  
Voleva violentarmi? 
Mantenermi in cattività?  
Chiedere un riscatto?

Al suo risveglio capì di trovarsi su una barca ma non sapeva come ci fosse arrivata. 

L'unica cosa che ricordava era la preghiera che recitava da piccola e che le aveva salvato la vita. 
Non sapeva come le fosse venuto in mente, negli anni aveva cercato in tutti i modi di dimenticare il dolore che aveva provato nel lasciare MaMaLu ed Esteban, e adesso, in quella strana circostanza, il suo pensiero tornava sempre a lui, a quegli occhi neri e a quei riccioli scuri che le avevano fatto battere il cuore da piccola.


Avrebbe tanto voluto che Esteban fosse lì per aiutarla, come aveva fatto in passato, ma purtroppo questo non era possibile quindi, toccava a lei trovare un modo per rimanere viva e cercare una via di fuga.

Nel momento in cui Skye viene a contatto con il suo rapitore capisce di trovarsi in vero pericolo, niente può salvarla. 

Quello che il suo rapitore vuole non sono soldi o proprietà, lui vuole vendetta e intende riscattarla con la sua vita.

"Il terrore mi stava divorando viva".

Skye sarà messa a dura prova, il dolore fisico e psicologico la porteranno a pensare a tutta la sua vita, a cosa ha perso in questi anni, a quanto sia piena di cose inutili e superficiali, a come lei senza rendersene conto sia diventata una ragazzina viziata.

"Pensai a tutte le notti che avevo trascorso dentro locali e ristoranti 
con la temperatura regolata e le luci artificiali, a bere cocktail artificiali con amici artificiali. Problemi artificiali. Drammi artificiali. Quante vere notti meravigliose mi ero persa? 
Notti come questa, dove l’universo danza con te 
e tu divieni una piccola e bellissima nota della sua magica canzone."

Si ritroverà al centro di una guerra che non toccava a lei combattere, e proprio questo la porterà ad incrociare, ancora un volta, lo sguardo di Esteban, il suo Esteban.

Quello che i suoi occhi vedranno però, non sarà più il bambino dall'animo gentile che era pronto a tutto pur di proteggerla, al suo posto troverà un uomo che ha eretto muri invalicabili, privando a se stesso di provare emozioni.
Quelle stesse emozioni che in passato lo avevano spezzato e che adesso lo hanno reso duro e freddo.


A differenza di Skye, Esteban non ha avuto nulla dalla vita, ha sempre dovuto cavarsela da solo, cercare un tetto dove dormire e qualcosa da mangiare.

Anche per questo le sue scelte non sono sempre state giuste, lavorare per il cartello, organizzazione criminale locale, non è stata una scelta facile ma ha dovuto farlo, per lui e per sua madre MaMaLu.

Rivedere Skye però, fa scattare in lui qualcosa e tutti i loro momenti felici ritornano a galla.

La bambina dai lunghi boccoli dorati, adesso, è una donna bellissima, ma un paio di gambe non possono cancellare il senso di abbandono che aveva provato quel giorno di tanti anni prima.


"Più stavamo insieme e più l’elenco di tagli e lividi cresceva, sia dentro che fuori."

Proprio per questo il loro incontro non sarà facile, tutte le verità nascoste fino ad ora verranno a galla, le domande che per lungo tempo hanno affollato le loro menti troveranno risposte, ma soprattutto i loro cuori ricominceranno a battere all'unisono.


"Era un mare di bramosia e passione.
Tutta la furia, tutte le emozioni sommerse che aveva tenuto imbrigliate fino a quel momento
si stavano scatenando su di me.
Cercai di rimanere a galla, di aggrapparmi a lui, ma non avevo alcuna possibilità di farcela.
Il mio dolore, la mia rabbia, le mie lacrime erano stati spazzati via da qualcosa di più grande, vero, potente e infinito."

Non sarà facile, nuovi ostacoli minacceranno la loro relazione e forze più grandi di loro li porteranno nuovamente ad allontanarsi per lungo tempo.

Ma, secondo voi, un'amore che ha resistito per così tanto tempo sarà in grado di superare tutte le difficoltà?

"Era una favola che non avevamo mai sentito prima. 
Parlava di un cigno incantato che si aggirava per Casa Paloma. 
Chi lo avesse visto sarebbe stato benedetto con il più raro dei tesori."

Le aspettative per questo libro erano davvero alte e la paura di rimanere delusa c'era.
Ma devo dirvi che ho trovato in questo libro una storia emozionante e intensa, una storia per cui mi sono arrabbiata, mi sono commossa e mi sono ritrovata con gli occhi a cuoricino un paio di volte.

La scelta di dividere il libro in quattro parti, alternando il pov da entrambi i punti di vista, ha favorito lo svolgimento della storia perchè così facendo, l'autrice è riuscita a trasmettere le emozioni di entrambi i personaggi senza dover ripetere le intere scene, mantenendo l'attenzione del lettore e immergendolo totalmente nelle vita di Skye ed Esteban.

Ma vogliamo parlare di loro due? Mamma mia che personaggi!

Skye può sembrare solo una ragazzina viziata ma, sotto lo strato di vestiti firmati, si nasconde una  donna forte e determinata che sa cosa significa soffrire e che per questo cerca di godere al meglio la propria vita, cercando quanto più possibile di trovare il buono in ogni situazione.
Esteban, al contrario, è sempre stato convinto di non meritare niente, di non essere amato da nessuno e quindi in lui è scattato il bisogno di trovare un riparo da tutto questo.
Per lungo tempo è riuscito a chiudere tutto in un cassetto e a mostrarsi invincibile agli occhi degli altri.

Solo Skye è riuscita a trovare una breccia per far tornare il bambino dall'animo gentile che era una volta.

Anche gli altri personaggi sono di vitale importanza, in particolare ho amato MaMaLu.
Ho pianto per lei e per il destino che la vita le ha riservato e continuo a chiedermi, cosa sarebbe successo se...?

La scrittura di Leylah Attar è forte, ti prende di pancia e ti fa provare mille emozioni diverse a ogni pagina.
Ho amato il mondo in cui tutta la storia si svolge, credo sia una delle storie più belle di quest'anno!

Non mi resta che consigliarvi questo libro, spero possiate apprezzarlo come ho fatto io :)


Leylah Attar è autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today». Scrive storie d’amore turbolente, e nei suoi romanzi non manca mai un colpo di scena finale.


3 commenti:

  1. Di solito non leggo recensioni, per paura di spoiler, ma mi sono imabttuta in questa. Stavo leggendo questo libro e non avrei mai voluto leggerla. Se non avete voglia di leggere questo libro, leggetevi la recensione, tanto la ragazza lo racconta passo passo. Uno spoiler continuo che mi ha fatto passare la voglia di leggere il libro!!! Una blogger dovrebbe sapere che è VIETATO fare spoiler di un libro!! Vietato! Dopo di questa, non leggerò più nulla di questo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, visto che l'ho scritta io la recensione mi sembrava giusto risponderti in prima persona.
      Ti assicuro che quello di cui ho parlato nella recensione non è SPOILER ma solo un accenno delle vite dei protagonisti.
      Per quanto riguarda il rapimento se ne parla anche nella trama quindi, oltre questo, non mi pare di aver detto chissá cosa.
      Se provassi a leggere il libro lo capiresti da solo/a!
      In ogni caso buona lettura

      Elimina
    2. Un normale giorno di shopping sta per trasformarsi in un incubo per Skye Sedgewick. A un passo dalla sua macchina nel parcheggio viene rapita e narcotizzata. Poco dopo sembra arrivata la sua fine: lo sconosciuto la costringe a inginocchiarsi e le tiene puntata una pistola alla tempia. Skye aspetta che parta il colpo mentre recita la preghiera che l’aiutava a dormire da bambina, ma riceve solo un fortissimo colpo alla testa che la tramortisce. Al suo risveglio, l’incubo è ancora al suo fianco, ha i lineamenti scolpiti e uno sguardo impenetrabile. Chi è quest’uomo e perché le è così familiare?

      Questa è la trama, l'ho letta, grazie. Ma sinceramente, alcune cose che hai scritto nella recensione, avrei preferito scoprirle da sola/o. Chi è il rapitore? Avrei voluto scoprirlo da sola/o. Le scelte che ha fatto il rapitore? Avrei preferito scoprirlo da sola/o. La guerra in atto? Avrei preferito scoprirla da sola/o. Di certo non è un accenno alla vita dei protagonisti.
      Quindi se sei convinta di non aver spoilerato, ti sbagli di grosso, poiché essendo tu una blogger, o comunque una persona che recensisce dei libri, dovresti sapere (e sicuramente meglio di me che non sono assolutamente una blogger) che in una recensione bisognerebbe attenersi alla sinossi, oltre che parlare delle emozioni che un libro scaturisce in se stesso, e oltre a ciò che lo scrittore vuole comunicarci attraverso la sua prosa. Quindi, anche se so che delle mie parole ovviamente se ne interesserà, la prossima volta ti consiglio di attenerti a queste piccole regole, evitando di scrivere un riassunto del libro. O magari avvisare noi lettori sui possibili contenuti spoiler in modo che ognuno sia libero di leggere o meno la tua recensione! Grazie!

      Elimina