Ultime recensioni

martedì 27 giugno 2017

La pratica rende perfetti di Jay Northcote




Housemates Serie, Libro 3

Fare esperienza con il ragazzo della porta accanto sembra un'idea grandiosa… finché i confini non si sfumano.
Dev, uno studente di fisica del primo anno decisamente geek, non ha nessuna esperienza sessuale ed è deciso a cambiare la situazione il più in fretta possibile. Dopo un brutto inizio nella residenza del campus, sta cominciando il trimestre estivo con dei coinquilini diversi e un nuovo piano d'azione.
Ewan vive nella porta accanto. È giovane, libero e single, e non vuole che le cose cambino. Quando delle circostanze imbarazzanti li fanno incontrare si offre di aiutare Dev in camera da letto in cambio di ripetizioni di matematica, e lui coglie l'occasione al volo.
Mettono il segno di spunta alle righe della lista di Dev, ma quello che era cominciato come un perfetto accordo senza conseguenze si trasforma in qualcosa di più complicato, man mano che i loro sentimenti reciproci cominciano a crescere. Se intendono trasformare le loro lezioni sul sesso in qualcosa di più permanente devono prima capire che cosa provano l'uno per l'altro, prima di arrivare alla fine della lista di Dev.




Nonostante questo sia il terzo libro di una serie, può essere comunque considerato come uno stand alone anche se la lettura delle storie precedenti permette di comprendere meglio i personaggi che gravitano attorno a Dev ed Ewan. Ritroviamo infatti Jez e Mac di “Una mano amica” che diventano i nuovi coinquilini di Dev, e Rupert e Josh di “Come innamorati” che invitano a cena i due ragazzi visto che Rupert lavora con Dev all’università. Insomma non c’è un continuum delle loro storie, diventano semplici personaggi di contorno, ma è comunque come incontrare vecchi amici ed informarsi su come va la loro vita.
Detto questo, la storia di Dev ed Ewan è carina come le precedenti, inizia con leggerezza come quella di Jez e Mac, ma quello che doveva essere un mero accordo, si trasforma presto in qualcosa che nessuno dei due si era aspettato. Insomma nulla di originale nella trama, ma lo stile fresco e scorrevole dell’autore permette al lettore di godersi quella che apparentemente può considerarsi una storia letta e riletta.
Nulla viene lasciato al caso e l’interagire di Dev ed Ewan si approfondisce settimana dopo settimana andando al di là di uno scambio di ripetizioni matematica vs sesso. Ewan vuole trascorrere più tempo con Dev e si offre di insegnargli a cucinare quando i suoi coinquilini si lamentano che non ha mai cucinato per loro. Dev avrebbe voluto solo qualcuno che gli insegnasse come destreggiarsi in campo sessuale, ma scindere le emozioni dal sesso è difficile, soprattutto se si provano certe sensazioni per la prima volta e si ha la fortuna di aver incontrato un ragazzo speciale come Ewan.
Insomma una storia semplice, ma scritta molto bene che sa mixare perfettamente sesso ed emozioni. Una lettura scorrevole e piacevole per trascorrere una calda serata estiva.




Dev sembrava timido, ma gli sorrideva sempre, e qualcosa in quel sorriso e in quegli occhioni daBambi nascosti dietro gli occhiali spessi gli procurava le farfalle nello stomaco.

«Non è il mio ragazzo, Rupert. Le cose non stanno così.»Ewan si fermò a metà di un passo.Dev aveva un tono molto sicuro. Troppo sicuro. Come se fosse qualcosa che non aveva nemmeno preso in considerazione. Tutto il suo ottimismo svanì, e si sentì il cuore sprofondare come una pietra.Era sorpreso quanto ferito, perché dopo quel bacio aveva davvero cominciato a credere che Dev volesse le stesse cose che voleva lui.

Esaminò i suoi sentimenti per lui, sentimenti nuovi e poco familiari che non era sicuro di saper etichettare. L'attrazione fisica era innegabile, e Ewan gli piaceva. Era felice quando era con lui, e sentiva la sua mancanza quando erano separati. Lo attirava sempre di più, giorno dopo giorno.E così essere innamorati?



Jay vive appena fuori Bristol, nel West England. Viene da una famiglia di scrittori, ma ha sempre pensato che con lui il dono per la scrittura narrativa, avesse saltato una generazione. Ha passato anni a scrivere solo e soltanto email, articoli, o contenuti internet.
Un giorno ha deciso di provare a scrivere un racconto, giusto per vedere se ne era capace, e ha scoperto che dava dipendenza. Non ha più smesso di scrivere da allora.
Scrive romance contemporaneo su uomini che si innamorano di altri uomini. Ha pubblicato cinque libri con Dreamspinner Press, e altri autopubblicati con il marchio Jaybird Press.
Jay è transgender, e in precedenza era noto come 'lei'.




Nessun commento:

Posta un commento