Ultime recensioni

mercoledì 21 giugno 2017

IL CANTO DI OESTEND di Marie Sexton


I simboli hanno potere…

Aren Montrell ha sentito parlare degli spettri di Oestend: misteriose creature che sbucano di notte e uccidono chiunque si trovi all’aperto. Non ha mai avuto ragione di credere alle storie, ma dopo aver accettato un posto come contabile al BarChi, un polveroso ranch nella remota prateria di Oestend, Aren impara presto quanto gli spettri siano reali. Di colpo, si ritrova a vivere in una presunta casa infestata, sigilli e generatori sono le sue uniche protezioni contro le creature invisibili della notte. Come se non bastasse, deve fare i conti con una burbera, vecchia signora cieca, “mucche” mai viste prima, oltre al fatto di essere apparentemente diventato lo scapolo più desiderato dei dintorni.

Aren diventa anche l’unico confidente di Deacon, il nerboruto capomastro del BarChi. Deacon dirige il ranch con il pugno di ferro, ed è felice di avere finalmente qualcuno con cui parlare. Mentre la loro relazione si fa sempre più stretta, Aren scopre che c’è molto di più in Deacon e nel BarChi di quanto osasse sospettare. Deacon sembra determinato a negare sia le sue origini sia ogni diritto sul BarChi, ma se Aren vuole sopravvivere ai pericoli di Oestend, dovrà convincere il cowboy a smettere di fuggire dal suo passato e a reclamare finalmente ciò che gli spetta.
Buongiorno Cosmo Readers, oggi recensirò per voi una storia decisamente particolare, che oltre ad avere connotazioni prettamente m/m, ha anche delle caratteristiche paranormal e fantasy, con tratti bdsm, e con un appena accennato threesome. Ho trovato questo libro piacevole e interessante, e condividerò con voi le mie impressioni.

Ma partiamo dalla trama. Aren, dopo una serie di eventi che lo ha segnato nel profondo, abbandona la sua vecchia vita e trova lavoro ad Oestend, una zona che potrei definire di confine, come contabile in un ranch, dove tanti sono gli elementi che minacciano la sopravvivenza.
Conosce Deacon, il capomastro del ranch, con cui, dopo un avvio un po' incerto, stringe un bel rapporto, tanto da andare ad abitare nella casa di quest'ultimo, abbandonata perché infestata. E tra spettri e altre minacce,  il loro rapporto si misura con un passato pesante e con tradizioni antiche legate ai vecchi abitanti di Oestend, di cui i sopravvissuti si contano sulle dita di una mano. Tanti saranno gli avvenimenti che li vedranno protagonisti, ma non aggiungo altro per lasciarvi il piacere di scoprirli da voi.

Ho trovato questa storia piacevole, mi è piaciuta molto la commistione dei vari generi, che ha reso il tutto molto accattivante e scorrevole.
Ho apprezzato molto anche i personaggi, che a mio parere sono intriganti e ben caratterizzati.
All'inizio mi sono fatta un'idea abbastanza precisa su di loro: Aren, un giovane uomo che ne ha passate tante e quindi fragile. Deacon, un uomo tosto, segnato dalla dura vita al ranch, e dal peso delle responsabilità che da esso derivano.
Man mano che proseguivo con la lettura però, mi sono resa conto che non era poi tutto così netto, e quelle sfumature le ho apprezzate, perché nella dinamica del rapporto tra i due, ha reso la storia non scontata e banale.
Ho apprezzato la parte paranormal, la suspence legata ai misteri che man mano si palesavano.
Anche i personaggi di contorno sono molto interessanti e ben caratterizzati, con un paio di essi davvero ben riusciti.


"Deacon allungò una mano e strinse la sua. Lo guardò negli occhi. «Tu sei l’unico, Aren.»
«Cosa vuoi dire?»
«Sei l’unico che non vuole qualcosa da me, ogni santo minuto del giorno.»"


"«Perché proprio io?» Non c’era traccia di rimorso nelle sue parole, né stava cercando di farsi rassicurare. Era una domanda seria. «Ci vuole qualcuno di forte,» rispose Aren. «E qui nessuno è forte la metà di te.»

Deacon rimase immobile per un momento, immerso nei propri pensieri, poi lo baciò sulla guancia. «Non è vero,» sussurrò, sogghignando alla volta del suo amante. «Me ne viene in mente almeno uno.»"


Il mio giudizio è quindi positivo. Ne consiglio la lettura a chi ama non solo gli m/m, ma anche le storie con gli elementi che ho citato precedentemente: paranormal, fantasy, bdsm e threesome (rapporto sessuale a tre. Ndr), anche se quest'ultimo elemento è appena accennato.
Se amate le storie particolari, posso dire, con una buona dose di certezza, che questo libro fa per voi.


Nessun commento:

Posta un commento