Ultime recensioni

martedì 16 maggio 2017

Gioie e dolori di Abigail Roux



Serie Cut and Run, Libro 8
Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.
Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.

Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.




Wow. Questo è stato il mio primo pensiero quando ho saputo che sarebbe finalmente uscito questo libro ed è stata anche l’esclamazione alla fine della lettura. Sa emozionare fin dalle prime pagine, il ritrovarsi di Ty e Zane dopo i sei mesi trascorsi lontani è stato davvero travolgente. Insomma, un perfetto ottavo capitolo di questa bellissima serie.
Andiamo comunque con ordine: i nostri beniamini, Ty e Zane, hanno qui raggiunto l’esatta maturazione, si sono finalmente impegnati ufficialmente l’uno con l’altro, possono vivere allo scoperto la loro relazione con amici, parenti e colleghi. Si nota in entrambi, anche se maggiormente in Ty, una vena di dolcezza e, in parte, anche di romanticismo, assolutamente impensabile nei primi libri di questa serie. Abbiamo assistito all’evolversi della loro storia, da quando erano solamente due colleghi ostili e diffidenti, per passare poi a scopamici, partner di lavoro e di letto ed infine compagni di vita. Un’evoluzione condita di sparatorie, grossi felini, bombe, morti ad ogni angolo, misteri da risolvere e, soprattutto, scheletri nell’armadio di cui liberarsi.
Tornando a “Gioie e dolori”, vediamo qui Ty e Zane che devono recarsi in Scozia al matrimonio di Deacon, fratello di Ty che però è preoccupato per l’incolumità della sua famiglia. Il futuro suocero di Deuce è il ricchissimo proprietario di un’azienda con un contratto segreto per il governo e ha ricevuto diverse minacce, soprattutto per l’incolumità della nipote. Da qui l’invito di Deacon che consiglia al fratello di portarsi anche un paio di amici ricognitori. La scelta di Ty ricade di Nick che, ovviamente, si porta dietro Kelly. Infatti qualche capitolo viene reso anche dal pov di Nick, il quale ha una difficilissima situazione famigliare da affrontare e una questione ancora aperta con lo stesso Ty, senza contare che la sua relazione con Kelly è ancora segreta.
Insomma, una storia dove le emozioni la fanno da padrone, si ride, si piange, si trattiene il fiato quando cominciano a spuntare cadaveri in ogni dove e tutti si ritrovano isolati su una remota isola scozzese con più di un potenziale assassino in giro.
Un libro assolutamente imperdibile per gli appassionati di questa coppia che ha sudato davvero molto per arrivare al punto dove si ritrova alla fine di questo capitolo.



A Zane neppure passò per la testa l’idea di baciarlo, o di fare un passo indietro per guardare il volto che aveva visto nei suoi sogni e che aveva richiamato alla mente ogni sera. Invece serrò gli occhi e restò stretto a lui, come se temesse che potessero portarglielo via di nuovo, aggrappandosi al suo compagno come si sarebbe aggrappato alla sua stessa anima in un pozzo di dannazione.

C’era in lui un senso di leggerezza che prima non c’era stato, come se qualcuno l’avesse finalmente liberato dal peso del suo passato.Non qualcuno, no. Nessuno l’aveva liberato, aveva fatto tutto da solo, sgusciandone fuori come una farfalla che esce dalla sua crisalide.Ovviamente, non si sarebbe mai azzardato a dire a Zane che lo paragonava a una farfalla.

Gli mise un dito sotto al mento e gli sollevò la testa, piegandosi verso di lui per rubargli un bacio. «Stai bene?»Ty lo abbracciò e gettò una gamba sopra alla sua per attirarlo più vicino. Lui chiuse gli occhi, sentendosi stringere il petto. Era per momenti come quello che aveva sopportato tutta la merda del loro passato. Erano quei momenti che rendevano possibile il loro futuro.

Zane credeva di aver saputo cosa fosse l’amore, prima. Credeva di aver capito cosa significasse trovarsi al centro del mondo di qualcuno.Si era sbagliato, perché non aveva mai sentito quello che stava provando in quel momento.


Abigail Roux è nata e cresciuta nella Carolina del Nord. Un’ex star della pallavolo specializzata in sarcasmo e dolorosa accuratezza storica, attualmente passa il tempo allenando una squadra di pallavolo delle superiori e investigando i misteri della maternità da single. Trascorre ogni momento libero tra la vita e la morte a ogni partita degli Atlanta Braves e dei Carolina Panthers. Abigail ha una figlia, la Piccola Roux, che è la luce della sua vita, un boxer, quattro gatti trovatelli che giocano un’eterna versione live di Call of Duty per la casa, una folle famiglia allargata lungo il cammino e un cast di centinaia di personaggi in testa.


Nessun commento:

Posta un commento