Ultime recensioni

mercoledì 17 maggio 2017

DARK SECRETS di Daria Torresan e Brunilda Begaj


TITOLO: Dark Secrets
PUBBLICAZIONE: self publishing  7/04/2017
AUTORE: Daria Torresan/ Brunilda Begaj
GENERE: contemporary romance
SOTTOCATEGORIA: romantic suspense
SERIE: The Justice Series #1

Ognuno è artefice del proprio destino. Niente di più falso. Perché Hope Mitchell il suo destino non se l’è scelto. E’ rimasta intrappolata in quel passato dove suo padre ha fatto l’errore di allearsi con persone molto pericolose, che non ci hanno pensato due volte a farlo fuori, quando ha provato a tirarsi indietro. Sono passati quindici anni da quel giorno ed ora Hope è una donna, lavora nell’officina di suo nonno, guida auto di grossa cilindrata, ed è bellissima. Eppure continua a condurre la sua vita con la consapevolezza che non deve mai abbassare la guardia, che non si è mai abbastanza al sicuro, perché il male può celarsi dovunque e ci vuole davvero poco a farsi sorprendere impreparati. Ha innalzato una corazza intorno al suo cuore. Ha già sofferto troppo, perché rischiare ancora? Ma non ha messo in conto l’arrivo, nella sua vita, di Rhys Moore. Lui è dannatamente bello, profumatamente ricco. E vuole lei. A qualsiasi costo. Il destino li ha messi sulla stessa strada. Ma proprio quando Hope sembra pronta ad abbassare le difese, il passato torna a cercarla. E il suo vuole qualcosa che ha solo lei. Qualcosa che è ignara di custodire. Ed è disposto a tutto pur di ottenerla. Eppure Hope doveva sapere che, per quanto si scappi, per quanto si corra veloce, il passato riesce sempre a raggiungerci. Ogni certezza cadrà, ogni tassello troverà il suo posto nel puzzle. Ma le ferite del cuore, quelle profonde, non si rimargineranno mai.
Questa è  la storia di  Hope Mitchell, una ragazza misteriosa e introversa, costretta per colpa d’altri a vivere una vita che non è la sua, e a nascondersi  da un terribile passato che non ne  vuole sapere di lasciarla andare.  Si ritrova costretta a celare la sua identità e ricominciare una nuova vita lontana dalla sua città d’origine insieme a suo nonno, l’unico parente che le è rimasto e a cui è profondamente legata. La perdita dei suoi cari quando ancora era una bambina è stato un duro colpo, d’un tratto tutte le sue certezze e le sue sicurezze sono venute a mancare e il suo mondo è improvvisamente crollato in pezzi. Ci sono voluti anni prima che Hope abbia potuto rimettere in piedi la sua vita ed  ergere intorno al suo cuore quella corazza che le ha permesso di non far avvicinare più nessuno, tranne quelle poche persone che le sono sempre rimaste accanto, come i suoi migliori amici, Sheryl ed Alek, ed ovviamente nonno Abe,  che dopo la morte dei genitori l’ha cresciuta come fosse una figlia.


“E’ così difficile permettere al tessuto del proprio cuore, di allentarsi quel poco sufficiente a far sì che un soffio di emozione possa penetrare. Perché è davvero solo un misero soffio quel che basta a lacerarne la trama per sempre. E niente e nessuno potrà più ricucirlo.”

Ma un incontro inaspettato sta per cambiare completamente le carte in tavola. D’improvviso nella sua vita piomba Rhys Moore, il bello e dannato. Il “diavolo tentatore”.  Ricco da far invidia. Lui non è assolutamente abituato a perdere, anzi, è il classico tipo che se vuole una cosa in un modo o nell'altro la ottiene. E lui vuole lei dal primo momento che l’ha vista.

“Riconosco quello sguardo. Io le piaccio. Potrà anche essere impegnata a dimostrarmi continuamente tutto il suo disprezzo, ma i suoi occhi parlano chiaro.
Lei mi vuole.
Almeno quanto la voglio io.”

Ma non sarà così semplice, perché Hope non è come le altre ragazze, lei ha perso tutto e ora non può più abbassare le sue difese rendendosi vulnerabile, e rischiare così di soffrire nuovamente. Il suo unico obiettivo è difendere le persone che ama e tenere nascosta la sua identità. Ma soprattutto non può permettersi di riporre la sua fiducia in qualcun altro, e di certo non può farlo con Rhys Moore. Ma quando l’attrazione è inevitabile ed entrano in gioco i sentimenti tutto si complica.

“La sua voce esce come un suono melodioso che scivola sulla pelle facendola rabbrividire di piacere, il suo odore annebbia la mente, e i suoi occhi… be’, quegli occhi saranno la mia rovina.”

Hope non si fida di nessuno, non vuole cedere a quegli occhi onice che la penetrano ogni volta intensamente, la paura di potersi trovare con il cuore spezzato è più forte dell’attrazione che prova per lui. Ma sarà in grado di respingere continuamente le attenzioni di Rhys e allontanarlo? Perché è proprio questo il punto: più lei si allontana, più lui ha voglia di conoscerla e di spogliarla delle sue paure.

“Mi sta fissando intensamente quasi a volermi penetrare con lo sguardo. Non so cos’abbia quest’uomo, ma solo a sentire i suoi occhi languidi posarsi su di me, il respiro mi muore in gola e il mio cuore salta un battito. Non voglio che si accorga dell’effetto che ha su di me”

Il loro percorso non sarà semplice. Il passato tornerà prepotente nella vita di Hope. Ci saranno dei tradimenti, e segreti inconfessabili verranno svelati. E per Rhyse e Hope non sarà semplice fidarsi l’uno dell’altra.
L’alone di mistero che padroneggia in questo romanzo è palpabile, tutti gli intrecci narrativi che sono ben raccontati ti tengono incollata alle pagine. La storia parte spedita con la presentazione dei due protagonisti. C’è un piccolo flashback in cui viene raccontato un episodio della vita di Hope, il quale permette di gettare le basi di questa storia, e già dal prologo ho sentito quel pizzico di curiosità che mi ha invogliato a continuare la lettura. Leggere questo libro è stato come comporre un puzzle, le autrici sono state bravissime a fornire tutti gli indizi necessari, la trama è molto lineare e scorrevole, a mio parere hanno un bellissimo modo di scrivere, lo stile è semplice e diretto ed il ritmo è incalzante. Le ambientazioni sono curate nei minimi dettagli e permettono di entrare completamente nel vivo del racconto. La storia d’amore tra Rhys e Hope è intensa e passionale, un continuo alternarsi di amore e odio tiene il lettore ancorato alle pagine. Le scene di sesso sono descritte benissimo e mai volgari, la loro attrazione è talmente evidente e raccontata nei minimi particolari da rendere il lettore protagonista di queste scene come se si stesse assistendo alla proiezione di un film.

“Inizio a dondolarmi e lei mi segue, titubante all’inizio, più sicura poi. Stringe le braccia intorno al mio collo facendosi più vicina. I nostri corpi aderiscono perfettamente come un puzzle. Inspiro l’odore dolce dei suoi capelli e lascio che si rilassi e posi la testa sul mio petto. Non è solo un ballo, è molto di più. E anche se non riesco ancora a comprenderne il motivo, non c’è altro posto in cui vorrei essere se non tra le braccia di Hope. Passo una mano lungo la schiena esposta, dal basso verso l’alto per poi ridiscendere e ricominciare. Sento le sue dita carezzarmi il collo. E nonostante la dolcezza di quei gesti, il mio corpo reagisce inevitabilmente alla sua presenza, al suo contatto.”

I personaggi sono ben caratterizzati e tutti diversi tra loro. Inizialmente non ho avuto una forte simpatia per Rhys, ma è un gusto puramente soggettivo, poiché personalmente  non amo in modo particolare personaggi  troppo presuntuosi  e che ostentano questa loro sicurezza per conquistare una donna. Ma se in un primo momento mi sono trovata a tifare per Hope ed incitarla mentalmente a non soccombere alle grinfie di quell’arrogante di Rhys, poco dopo le carte in tavola si sono ribaltate perché forse anche lui come Hope nasconde dietro una maschera (quella da bello e tenebroso) un lato sensibile e romantico.





<< Ma non doveva essere una cena a lume di candela? >> mi canzona.
<<Doveva. Ma ho pensato che, alla cera colante e alla sua fioca luce artificiale, avresti gradito di più un tetto stellato.>>
<<Però Moore. Non ti facevo così romantico.>>

Ho apprezzato veramente tutti i personaggi, in particolar modo Alek che con la sua riservatezza e dolcezza mi ha conquistata fin dalle prime righe.  In questo libro ci sono tutti gli ingredienti necessari a renderlo un romanzo dalle mille sfaccettature, abbiamo tutte le componenti giuste al posto giusto: amore, passione, amicizia, suspense, e quel tocco di ironia caratterizzato sia dai molteplici battibecchi tra i due protagonisti, i quali si tengono testa tra loro ricorrendo spesso a battute pungenti e sarcastiche, sia dal personaggio di Sheryl, amica indiscussa che con la sua verve riesce in determinate circostanze a strapparti un sorriso. Tutto ciò va ad alleggerire ma mai a sminuire un libro che di fatto tocca dei temi attuali ed importanti, i quali, purtroppo, ancora al giorno d’oggi ci riguardano.
Mi sento di dover fare i complimenti a queste due autrici, credo non sia semplice scrivere un libro a quattro mani, dove ognuno ha le sue idee e opinioni. Ma posso dire con assoluta certezza  che attraverso questa lettura ho potuto toccare con mano tutta la sintonia e l’affiatamento messo per  la stesura di un bellissimo romanzo. Mi sento di consigliarlo a chi ha voglia di immergersi in una storia intensa e ricca di colpi di scena, dove nulla è ovvio e scontato, anzi, rimarrete col fiato sospeso fino all'ultima pagina.


Nessun commento:

Posta un commento