Ultime recensioni

mercoledì 3 maggio 2017

BEAUTIFUL GIRL di Mia Asher





Sono una cattiva ragazza, l'altra donna, quella che ti piace odiare.

Blaire White è stata una bambina trascurata, che ha passato tante notti a piangere a causa della perenne assenza dei genitori e di una cronica mancanza di affetto. Il suo dolore alla fine si è trasformato in amarezza e il suo desiderio di essere amata è diventato un bisogno di sentirsi adorata dagli uomini che seduce, che usa e poi rifiuta. Fino a quando si ritrova faccia a faccia con due uomini che, per la prima volta, sono capaci di penetrare quella corazza inespugnabile che è diventata la sua anima. Ronan è sentimento allo stato puro, l’incontro con l’innocenza dello sguardo, il risveglio di sensazioni che pensava di aver dimenticato. Lawrence invece è un uomo d’affari di successo, sa esattamente quello che vuole. Ma cosa desidera davvero Blaire? E soprattutto è ancora in tempo per capire che cos’è l’amore?
Buongiorno a tutte Cosmo seguaci, in questo ultimo sabato di aprile vi parlerò della mia ultima lettura: Beautiful Girl, un erotico emozionante e scritto con cura. Se vi aspettate da Mia Asher un finale, dimenticatevelo perchè abbiamo a che fare con un cliffhanger. Ebbene sì, mie care Cosmo il romanzo si conclude bruscamente... Ma passo a parlarvi delle mie impressioni personali. Ho desiderato leggere questo romanzo da quando avevo visto bazzicare sul web il titolo originale, ovvero Easy virtue, un bel po' di tempo fa e ho atteso anni prima che il romanzo uscisse in Italia ma non mi sono mai presa la briga di leggere la trama e ho seguito il mio istinto, così nel momento in cui l'ho iniziato mi son detta: Brava, Federica... che questo ti serva da lezione! Ma poi... perchè c'è un "ma", continuando a leggerlo mi sono ricreduta. Mia è stata in grado di tenermi incollata alle pagine e per questo mi complimento con lei. Vi parlo ora dei personaggi: Blaire, la protagonista, un personaggio costruito per essere odiato (fonte di A.A.), è una giovane donna che da bambina è stata trascurata dalle persone che avrebbero dovuto amarla più di ogni altra cosa al mondo e ha passato notti a piangere per le prese in giro da parte dei compagni di scuola. Promette a se stessa che niente e nessuno riuscirà in un futuro a farla soffrire e si costruisce quindi una corazza. Blaire diventerà bellissima, non sarà più cicciotta e indifesa e questo suo aspetto esteriore la porterà a farsi desiderare da molti uomini e odiare dalle donne, ma a lei non importa ne ha bisogno. Ha bisogno di essere viziata e venerata. Ho etichettato Blaire come una poco di buono (perchè, Dio, diciamocelo, all'inizio è proprio questo) invece c'è un perchè... C'è un motivo se a lei piace fare la mantenuta... ne ha bisogno. Ha bisogno di frequentare uomini sposati o non che la adorano. Lei li seduce, li usa per i suoi scopi e poi quando è stanca li saluta e va a caccia di altro... e a volte viene anche scaricata ma non per questo si metterà a piangere. 


Mentre continuiamo a guardarci negli occhi, e il divertimento lentamente svanisce dalle nostre facce, l’atmosfera amichevole si dissolve come fumo nell’aria, e una tensione erotica riempie lo spazio che ci separa.


«Sono qui perché io ho qualcosa che tu vuoi e tu hai qualcosa che io voglio».

Lawrence è un uomo d'affari, è ricco e vive in una villa enorme. E' proprio l'obiettivo o il tipo d'uomo che solitamente Blaire punta. Secondo lui l'amore è un sentimento plebeo. Parlano la stessa lingua e sono fatti della stessa pasta. E non lasciano che le emozioni prendano il sopravvento. Con Lawrence, Blaire non avrà nulla da perdere: nessun sentimento, nessuna emozione. Solo sesso e una valanga di denaro. 


Con un solo bacio Ronan è riuscito a spezzarmi.






«Piccola, ascoltami bene. Se tu sei nei guai, io sono fottuto. Ero perso nel momento stesso in cui mi hai sorriso la prima volta. Non credo di aver mai voluto qualcuno tanto quanto voglio te».

Ronan è un altro protagonista maschile. Quello che amo. Quello che anche Blaire nel profondo ama. Ho perso la testa per lui la prima volta che tra le pagine l'ho incontrato e il mio cuore ha pianto con lui alla fine. Ronan è quello che per la prima volta l'ha spogliata della sua corazza, è quello in grado di spezzarla solo grazie alle parole dolci che usa. Ronan è il ragazzo quello dei sogni, quello che ogni ragazza desidera. Ma Blaire non va bene per lui. Lei ha delle esigenze che lui non potrà, purtroppo, mai soddisfare e dei segreti che non è pronta a rivelare. Anche se Ronan è l'unico uomo che è riuscito a farle desiderare altro.
Girls, lasciatemi dire che finire questo romanzo senza fine è stata una vera tortura. Ora ne voglio di più, voglio sapere... Vi saluto regalandovi un piccolo pensiero di Lawrence (Mia ci ha regalato un capitolo con un suo pov) con la speranza che il seguito di questo romanzo in Italia arrivi presto.

Ma non è il suo corpo che bramo; è lei. Io bramo il modo in cui mi fa sentire. E dimenticare. Ha riportato le risate nella mia vita, dopo che per tanti anni ne avevo fatto a meno, e come un uomo affamato ne voglio ancora, ne ho bisogno. E se devo pagare per ogni bacio, ogni tocco e ogni sorriso dei suoi, così sia. Non importa.



Mia Asher è una scrittrice, una romantica senza speranza, una vagabonda, una sognatrice e molto altro. Crede ancora nel lieto fine, anche se sa che non tutti hanno la fortuna di ottenerne uno. Ma così è la vita. I suoi libri sono dei bestseller istantanei e ha un seguito enorme sul web.



Nessun commento:

Posta un commento