Ultime recensioni

giovedì 11 maggio 2017

AFTER di Tantalus


In “Calore estivo” Damon ha voluto divertirsi un po’ con il suo vicino di casa Pete. Ma qualcuno avrebbe dovuto avvisarlo. La vendetta è una puttana.

Più che di una storia a se stante, in questo caso, si tratta di un nuovo e breve capitolo dell’avventura tra Pete e Damon. Mentre in “Calore estivo” avevamo assistito alla “penitenza” di Peter dal suo pov, adesso ci ritroviamo temporalmente mandati avanti di una settimana e l’incontro è dalla prospettiva di Damon che si sveglia legato al letto di Pete. In questo caso assistiamo ad un’inversione di ruoli dove Pete prende il comando e fa ciò che vuole con Damon, ma si capisce che il tutto è per lui comunque subordinato al piacere della punizione che riceverà una volta che lascerà Damon libero.
Un racconto ben scritto e scorrevole dove i dialoghi sono ridotti al minimo e subordinati alle sensazioni e ad un sesso molto esplosivo. Nonostante questo, si evince come il rapporto tra i due inizi ad avere un po’ più di spessore e vengono gettate le basi per incontri futuri.
Insomma, una lettura raccomandata dopo il capitolo precedente e per chi è in cerca di un erotico forte, ma mai volgare.



Il suo viso era proprio lì davanti a me. Michael, il mio secondo ragazzo di quando ero all’università a studiare psicologia. La prima e l’unica volta in cui ero stato sotto. Il primo ragazzo che mi aveva lasciato con il cuore in pezzi, e anche l’ultimo, per quanto mi riguardava.

«Mi hai detto che la vendetta è una puttana. Be’, come lo chiami questo, se non una vendetta per la settimana scorsa?»«Ho vinto la scommessa, ricordi?» gli risposi. «E potevo fare tutto ciò che volevo. Tu eri d’accordo.»
Per chi ama le storie molto erotiche, caratterizzate da uomini caldi e sesso bollente…
A chi non importa infrangere qualche taboo una volta ogni tanto…
A chi vuole leggere qualcosa che aggiunga un po’ di calore alle proprie fantasie…
… ecco a voi Tantalus.
Perché tutti abbiamo bisogno di essere tentati. Almeno un po’.



Nessun commento:

Posta un commento