Ultime recensioni

giovedì 13 aprile 2017

PHONEPLAY di Morgane Bicail



Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai una avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un SMS da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Sconosciuto fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla?
“Sconosciuto: arriviamo a quello che volevo dirti. Indovina chi sono, Alyssa, e sarò tuo, farò di tutto per realizzare ogni tuo desiderio.”

Questo libro mi ha incuriosita subito per la sua insolita trama.
È una giornata noiosa come tante altre per Alyssa, finché non riceve un SMS da un numero sconosciuto che la invita a giocare. Se riuscirà a scoprire di chi si tratta, sarà suo.
Alyssa ha 16 anni e due genitori sempre troppo assorbiti dal lavoro per potersi accorgere dei suoi stati d'animo. Apparentemente lei è la figlia perfetta: ottimi voti a scuola, pronta a soddisfare le aspettative di genitori esigenti. Ma in realtà Alyssa si distrae fumando sigarette e non perdendosi nemmeno una festa in cui sia presente alcool in quantità. La sua camera è il suo rifugio.


“Perché, quando sono qui, non sono più l’allieva perfetta dai voti e dal comportamento esemplari, l’orgoglio dei suoi genitori. Finalmente posso essere l’adolescente che sono realmente. Quella che sogna la libertà e l’indipendenza. Posso essere quella ragazza a cui piace prendere la vita come viene, e che odia la materia di cui sono fatti i giorni che si somigliano tutti.”

Si annoia, la sua vita scorre sempre uguale,  a casa quasi sempre in solitudine, ha sempre avuto tutto ciò che desiderava, a parte il calore, le attenzioni e l'amore di una vera famiglia in una casa troppo grande e vuota.

“Quando si ha tutto quello che si vuole nella vita, senza doverselo conquistare, si finisce per non desiderare più nulla. E senza dubbio è per questo che la mia vita mi sembra così insulsa e noiosa. Sì, perché ho sempre ottenuto quello che volevo con uno schiocco di dita.”

Quando riceve l'sms non ci pensa due volte e risponde, innescando una serie di reazioni a catena che la trascinano in un  circolo vizioso. Finalmente una novità. E la novità, si sa, attira sempre a qualunque età.
Alyssa si addentra nel gioco, senza applicarsi particolarmente, ma sapere che ogni sera alla stessa ora sentirà il suo sconosciuto la fa stare bene. E col passare del tempo inizierà a provare dei sentimenti per questo Lui, e sarà ricambiata.  Diventa difficile e insopportabile non sapere chi sta dall'altra parte del telefono, senza poter condividere di persona alcuni momenti. E così scoprire la sua identità diventerà una priorità. Ma allo stesso tempo ha paura di questi sentimenti e non vorrebbe che il gioco finisse. Riuscirà la nostra eroina a svelare il mistero? A questo punto non vi resta che leggere per saziare la vostra curiosità.

“È una cosa assurda da dire, ma in un lasso di tempo brevissimo ha preso un posto consistente nella mia vita. Mi fa quasi paura, questa facilità con cui si è insinuato nel mio quotidiano, con cui ha sconvolto i miei punti di riferimento, con cui ha scosso la mia piccola e noiosa routine. Ha cambiato tutto. In meglio.”


La storia è avvincente, raccontata quasi interamente dal pov di Alyssa, intervallato da qualche capitolo dal punto di vista dello sconosciuto. Gli scambi di messaggi riportati nel testo costituiscono l'elemento focalizzante e intrigante di tutto il libro. Il lettore è coinvolto nella ricerca e si applica insieme alla protagonista (e forse anche di più) nella scoperta. Fa ipotesi, compara gli indizi, diventa quasi un libro interattivo. Ci sono elementi di disturbo (non faccio nomi di proposito per evitare spoiler) che cercano di depistare le indagini, ma alla fine tutto avrà la sua giusta collocazione con tanto di motivazione.
Lo stile è scorrevole, tant'è che mi sono ritrovata a divorare il libro pagina dopo pagina in poco tempo, perché la curiosità era arrivata a livelli altissimi.

“Tutta questa storia è reale. Ed è malsana. Mi rendo conto di essermi impelagata in un gioco squallido con qualcuno che non conosco. E merda, ho sicuramente fatto un grande errore accettando di giocare.”

Ci sono stati anche momenti in cui la protagonista si è fatta un esame di coscienza pensando all'avventatezza della sua decisione di prendere parte al gioco, ma il bisogno di stimoli è stato più forte di qualsiasi altra cosa. I suoi ripensamenti sono giustificati, un po' di morale non guasta mai. Per questo motivo è una lettura attuale, tenete sempre a mente che l'autrice è molto giovane.
Un bel romanzo nel complesso, leggero e spensierato che scorre via che è un piacere.


Morgane Bicail giovane studentessa appassionata di letteratura, nata e cresciuta in Normandia, a soli 14 anni ha postato su Wattpad il suo libro a capitoli, dal titolo Phoneplay. Il romanzo è diventato il più letto della piattaforma e nel 2016 è stato pubblicato in Francia, arrivando a vendere oltre 40.000 copie. Per saperne di più seguite il suo account Twitter @morganebicail


Nessun commento:

Posta un commento