Ultime recensioni

giovedì 9 marzo 2017

THE DRAGONFLY di Alexandra Castles



Serie: Fiori rossi
 Titolo: The dragonfly
Genere: Young adult / post apocalittico / distopico
Editore: Self (Amazon)
 Data di uscita: 13 settembre 2016
 Prezzo ebook: 2.99
La popolazione mondiale è stata decimata dalla siccità e dal "Fiore Rosso", un nuovo ceppo virale con sintomi simili alla febbre emorragica. Alaska ha visto da vicino quelle escrescenze dai bordi frastagliati simili a fiori, li ha seppelliti in giardino assieme ai corpi consumati dei suoi genitori e di sua sorella Lucy. Circondata solo da morte e senza cibo, parte alla ricerca dell’unica persona che le è rimasta in vita. In un viaggio pieno di incognite conoscerà per la prima volta l’amicizia, l’amore, ma anche l’egoismo di uomini disposti a tutto. Dalla piaga del virus sorge un male altrettanto letale: Alaska rimane intrappolata in un mondo dove conta soltanto la legge del più forte e i cui abitanti sono ossessionati da progetti malvagi portati avanti con cieca dedizione. Ce la farà a sopravvivere? Riuscirà a salvare le persone che le sono entrate nel cuore? La libellula è il simbolo che la protagonista ha scelto di farsi tatuare sulla pelle, un segno di coraggio e libertà: esprime il suo proposito di rimanere se stessa e non permettere ad altri di disporre della sua vita. È un libro intrecciato di sentimenti: parla di crescita, di amicizia e di un amore più forte delle paure e delle responsabilità che ci portiamo appresso. Da leggere tutto d’un fiato. Crescere è doloroso ma necessario per sopravvivere in un mondo ostile e insidioso, e Alaska lo dovrà imparare in fretta.
(Immagini prese dalla pagina facebook dell’autrice)

Oggi vi parlo di un Self che mi ha davvero colpito, si tratta di "The dragonfly - fiori rossi #1" di Alexandra Castles.
Siamo a Los Angeles ed è il 2029. Il romanzo è ambientato un un futuro catastrofico neanche troppo lontano. Un virus, chiamato "Fiore rosso", sta sterminando il genere umano. E proprio a causa di questa epidemia che si diffonde e distrugge rapidamente, Alaska ha perso tutto: suo padre, sua madre e la sua sorellina Lucy. L'unico parente che le è rimasto (ammesso che sia ancora vivo) è il fratello maggiore Eric, trasferitosi a New York prima che la catastrofe si abbattesse con forza e violenza sulla sua famiglia.

“Dovevo credere in una speranza per l’umanità, era questa fede che mi faceva andare avanti." 


“Quanta sofferenza è disposto a tollerare un essere umano per mano dei suoi simili?”

Ed è con la paura per ciò che la aspetta al di fuori delle mura domestiche, dove tutti diffidano di tutti e vige la legge del più forte e l'egoismo è il sentimento predominante per potersi assicurare la sopravvivenza, che Alaska decide di partire con la macchina del padre per andare alla ricerca del fratello.
Alaska ha solo 17 anni ma quando hai assaporato il gusto amaro del dolore, sono abbastanza per renderla una persona più forte e determinata, anche se la paura per l'ignoto alberga nel suo cuore. È coraggiosa, forte ma impreparata ad affrontare le difficoltà. Ma non sarà sola.
Lungo il  tragitto farà la conoscenza di Ines, una vera dura, un maschiaccio, ma il loro incontro sarà una manna dal cielo.
Alle due ragazze si uniranno Alex e Sam, due militari in congedo che rappresenteranno un ulteriore aiuto per la protagonista, le insegneranno a combattere e, soprattutto, la faranno sentire più al sicuro nonostante la realtà sia piena di insidie dietro ad ogni angolo.  
Un romanzo davvero ben strutturato e ben scritto, l'autrice ha uno stile accattivante che ti invoglia  a sapere cosa succede nella pagina successiva. L'introspezione psicologica dei personaggi è accurata, le vicende sono raccontate da Alaska in prima persona, e  in alcuni capitoli, distinti dal corsivo, troviamo i pensieri dal punto di vista di Alex. 
  

“È vero quando ti dicono che le decisioni che prendiamo ogni giorno influiscono sulla nostra vita e quella degli altri, cambiandone con le loro conseguenze il destino, per sempre”

Una storia dove azione e colpi di scena non mancano e, per le più romantiche, c'è anche la componente romance. Amore, amicizia, speranza e tanto altro.
Sulla scia di Divergent e Hunger Games,  questa autrice non ha nulla da invidiare alle colleghe. Essendo una serie, più precisamente una trilogia, il libro non termina e io non vedo l'ora di leggere il prossimo.
Se amate il genere distopico, questo libro fa per voi.


Le sue più grandi passioni sono i viaggi, la cucina, il teatro e i film catastrofici. Ma la cosa che ama di più è stare sotto le coperte in compagnia di un libro, soprattutto se l’autore è Stephen King. Da alcuni anni ha scoperto di non poter fare a meno di scrivere e che non ci sono limiti alla fantasia da cui scaturisce il magico potere di raccontare storie alle persone… The Dragonfly è il suo romanzo d’esordio, il primo della trilogia "fiori rossi".


Nessun commento:

Posta un commento