Ultime recensioni

venerdì 24 marzo 2017

L’ESTATE AVEVA IL SUO PROFUMO di Jessica Vernola


TITOLO: L’ESTATE AVEVA IL SUO PROFUMO
AUTORE: JESSICA VERNOLA
GENERE: YOUNG ADULT
AMBIENTAZIONE: ISOLA DI ARUBA, CARAIBI.
SERIE: NO
Gabriel è un ragazzo di ventitré anni di Los Angeles, studente universitario e residente in una bellissima casa a Beverly Hills, che ora si accinge con la sua famiglia a trascorrere una splendida vacanza ad Aruba, una spettacolare isola caraibica. Ad attenderlo, un posto dalle atmosfere paradisiache, un mare fantastico e il sogno di una vacanza unica tutta da vivere. Ma non solo, perché lì pronti ad attenderlo, troverà l’amicizia di un ragazzo che si rivelerà una grande spalla su cui contare ed una grande storia d’amore che lo travolgerà in un turbinio di emozioni, passione e profondo amore. Gabriel non sa nulla di quella misteriosa ragazza e questo lo porterà a fantasticare, ad immaginare e a creare suggestioni nella mente del lettore, catturato dalla sensazione di un profumo inebriante di cui il protagonista stesso non conosce la provenienza. Un sottile filo tra immaginazione e realtà, intrigo e semplicità rendono il romanzo piacevole da leggere e catturano sin dalle prime pagine l’attenzione del lettore.
Gabriel Johnson ha ventitré anni e studia arte e architettura all’università della California. Originario di Beverly Hills, parte con i genitori per una vacanza da sogno sull’isola di Aruba, Caraibi, che il padre ha deciso di regalare loro dopo una vita intera passata nei Marines, sempre lontano da casa. Non lo dà a vedere, ma è chiaro che quell’esperienza lo entusiasma oltre misura. Sullo sfondo di panorami mozzafiato e del Riu Palace Hotel, un Resort a cinque stelle, si sviluppa una storia di amicizia e di amore, cose assolutamente inaspettate per Gabriel. Occhi scuri, capelli leggermente lunghi, ha una grande passione per il basket e la break dance, tanto da far parte di una crew, i Crazy Lions. La prima persona che incontra è Francis Sommel, un ragazzo di ventidue anni originario di New York, dal fisico asciutto, capelli biondi e un sorriso bellissimo. Con Francis, Gabriel stringe un’amicizia bellissima, istantanea. Pur conoscendosi da qualche giorno, è come se avessero trascorso tutta la vita insieme, eppure c’è qualcosa che Francis non dice a Gabriel, ma che presto verrà a galla minacciando, sulle prime, la loro amicizia. Gabriel ha sempre avuto molta fortuna con le donne ma, nonostante la sua giovane età, conosce già il peso della perdita e per questo ha vissuto un periodo della sua vita passando da una donna all’altra. Ora, però, sembra pronto a mettere la testa a posto. La prima cosa che nota di LEI, però, non è il suo aspetto…

Era il profumo più dolce che avesse mai sentito, talmente buono che poteva rimanere ad odorarlo per ore intere.


Danielle Gonzalez ha ventiquattro anni ed è bellissima: occhi scuri, capelli color cioccolato, lunghi fino alla vita e un corpo da mozzare il respiro, ha preso il brevetto da sub a sedici anni e lavora come istruttrice al Riu Palace Hotel. Conosce Gabriel e Francis grazie al corso che tiene, due volte a settimana per la durata complessiva di quattro settimane, finalizzato al conseguimento del patentino da sub. Originaria di San Diego, ha ottenuto il lavoro grazie al suo fidanzato, decidendo l’anno prima di seguirlo. Tuttavia, con il tempo, l’amore per lui si è affievolito e la paura di perdere ciò che le serve disperatamente per poter aiutare la madre malata, le impedisce di prendere la decisione che potrebbe renderla felice. Finché non incontra Gabriel.

– Perché sei qui? – Danielle voleva incoraggiarlo a parlare. ' Perché sei bellissima'. Pensò. – Io e Francis siamo decisi a provare qualcosa di nuovo. Due imbranati che provano a fare qualcosa di pericoloso.
Tra Danielle e Gabriel è subito attrazione ma, nonostante tutto l’ottimismo del mondo, le cose tra loro sembrano essere difficili. Cosa accadrà quando la vacanza sarà finita e ognuno dovrà tornare al proprio luogo di appartenenza?
– Proviamo le stesse cose. E' come se tu mi avessi risvegliato da un lungo sonno ed ora voglio viverti. Quando ti vedo, quanto ti ascolto, è come se tutto il mondo scomparisse e ci fossi solo tu.


Come dicevo, L’estate aveva il suo profumo, è una storia di amicizia e di amore. L’amicizia tra Gabriel e Francis è fortissima, tanto da riuscire a superare anche un’innocente bugia. Tanto da resistere al tempo e alla distanza oggettiva. Francis sarà ciò di cui Gabriel avrà bisogno, così come Gabriel non farà mai mancare a Francis il proprio appoggio, quando più ne avrà bisogno. Aruba sembra portare fortuna a entrambi, aggiungendo alle loro vite ciò che manca: amicizia e amore. L’amore tra Gabriel e Danielle sembra avere tutto contro: il fidanzato di lei, un’amica un po’ troppo invadente e altri problemi che tocca a voi scoprire, qualora desideraste leggere il libro.

La storia procede lentamente all’inizio ma si può certamente apprezzare la descrizione dei paesaggi e delle meravigliose atmosfere di un’isola caraibica, con le sue spiagge bianche e grotte segrete di inestimabile bellezza. Consiglio la lettura a chi ha voglia di immergersi in questa realtà, sognando magari di poterci andare un giorno. Il libro è scritto in terza persona, sono presenti refusi di stampa e, a volte, battute incomplete. Personalmente, ho apprezzato tantissimo l’epilogo e sono sicura che anche i vostri occhi diventeranno lucidi…
Vi lascio con le parole che la Signora Gonzales dice a Danielle:

Il tempo non conta nulla quando si tratta di amore, Danielle. Ti colpisce in un attimo e ti cambia la vita. Lo ricordo bene perché mi è capitata la stessa cosa con tuo padre. L'importante è la tua felicità e la tua serenità.

Auguro a tutte una buona lettura!


Jessica Vernola è nata nel 1988, in Campania e ora risiede in Friuli, dove ha frequentato il Liceo Biologico. Appassionata di Ken Follet, ha cominciato sin da ragazzina ad appassionare i suoi amici, scrivendo storie di vario genere. Pur essendo una ragazza al suo primo romanzo, Jessy rivela il suo talento narrativo e una semplicità di linguaggio che catturerà presto il lettore.


Nessun commento:

Posta un commento