Ultime recensioni

mercoledì 11 gennaio 2017

FRAMMENTI DI UN ADDIO di Andrew Levine


È una dolce sera di fine estate quella in cui Drew Wyatt arriva a Wilmington, Carolina del Nord, luogo in cui, secondo una voce, potrebbe trovarsi la causa dei suoi incubi. Nel parcheggio del locale in cui dovrà esibirsi, Drew però, incontra qualcuno d’inaspettato.
Lily Cooper, una ragazza dal carattere plasmato nel dolore e nella paura, è incazzata nera con la sua migliore amica per averle fatto saltare un altro turno di lavoro e mentre è in giro a cercarla s’imbatte in uno sconosciuto terribilmente irritante.
Entrambi hanno un motivo per essere lì. 
Entrambi sono partiti un anno prima.
Entrambi sembrano diversi, ma hanno in comune più cose di quanto immaginino.
I due ragazzi condividono un passato diverso dalla maggior parte dei loro coetanei e, con quella che sembra essere una semplice sfida, impareranno a conoscersi e a fidarsi, trovando ognuno nel cuore dell’altro un pezzo per completare il puzzle che è il loro cuore, fino a fare i conti con la verità del passato.
Drew Wyatt è un cantautore inglese in viaggio per l'America per poter chiudere con il suo passato e mettere fine alla voce che popola i suoi incubi. Ogni esibizione è sempre una grande emozione, e per rilassare i nervi tesi, si stende sopra il cofano della sua jeep a guardare le stelle, fino a quando una voce adirata non interrompe la quiete. Non può fare a meno di assistere a una sceneggiata telefonica di una ragazza che sembra avercela con qualcuno per averla lasciata sola all'ultimo, e intervenire per sdrammatizzare la situazione non si rivela per niente una bella idea, al punto che il povero Drew si ritrova vittima inconsapevole dell'ira verbale della ragazza. Ma il tempo per controbattere è breve e lui deve esibirsi, lasciando la folla in visibilio e riuscendo a ottenere anche quello che voleva: un mese pieno per potersi esibire in quella cittadina.

Nonostante le ragioni per cui sono qui, nonostante tutta la paura di sbagliare questo è il posto in cui mi sento davvero me stesso e dove mi sento davvero a mio agio. Su uno sgabello, illuminato a malapena da luci soffuse, e solo la mia voce che risuona nella sala e riempie i silenzi, raggiungendo anche gli angoli più lontani del locale e più bui degli animi di chi mi ascolta.

Impossibile non stringere un bel rapporto di amicizia con il proprietario del locale che risulta essere anche suo coetaneo, il quale, oltre a un mese di esibizioni, è riuscito a convincerlo ad accettare di essere suo ospite e di poter usufruire del piccolo cottage che lui e il padre mettono a disposizione per gli artisti di passaggio.
Si ritroverà involontariamente a incontrarsi e scontrarsi con la “pazza” della sua prima sera in Wilmington, Lily Cooper, una ragazza arrivata circa un anno fa con sua madre; una di quelle che mordono e che non vogliono avere seccature intorno, e lui si sente terribilmente attratto.

Si dice che non si capisce subito di essere innamorati. L'amore è qualcosa di schivo. Te ne accorgi solo quando accade. Un po' come gli sbagli: ti rendi conto di aver sbagliato solo dopo che hai commesso l'errore. L'amore, in effetti, è il più bello degli errori, ma ci sono anche altre migliaia di eventi che accadono con la stessa tempestività e sono allo stesso modo schivi. E non tutti sono belli come l'amore.

Anche lei sembra avere un passato difficile alle spalle e il compito di Drew sarà quello di scalfire la corazza di Lily per cercare di arrivare al suo cuore e far si che lei possa fidarsi di lui. Eppure si sa che le cose belle non sono destinate a durare, perché esiste una forza superiore che per ogni felicità fa accadere qualcosa di brutto. Lily troverà il coraggio di andare avanti e non lasciarsi sopraffare dai fantasmi del suo passato?

Le persone cambiano e si modellano in base alle esperienze che compiono. La nostra vita, il nostro passato è ciò che ci cambia realmente. E molte volte gli eventi che innescano i cambiamenti non sono per niente positivi.

Andrew Levine colpisce e conquista, e questa è una di quelle storie che DEVONO essere lette. Una storia che è molto più vicina alla nostra realtà, facendoci prendere sempre più consapevolezza del mondo in cui viviamo. Si parla principalmente di “violenza contro le donne”, una violenza che si nasconde all'interno delle mura domestiche, dove più spesso i figli sono costretti a guardare impotenti i padri che picchiano le loro madri. E quando denunciare il fatto e andarsene via diventa difficile, la memoria inizia a giocare brutti scherzi. È quello che succede alla madre di Drew affetta di Alzheimer; ma quando i momenti di lucidità sono sempre meno e la sola presenza rischia di scatenare ricordi brutti legati al passato, bisogna prendere un'importante decisione e lasciare andare le persone a noi care, o quanto meno i ricordi a esse legati.

Guardare la persona che più ami al mondo e convincerti a lasciarla andare può spezzarti in due e può trasformare il tuo cuore in cenere, perché certi addii fanno più male del dolore di una perdita.

I personaggi di questo romanzo sono ben costruiti. Drew ha una bella personalità nonostante il suo difficile passato. Adoro il modo in cui si presenta al suo pubblico, dedicando un po' di spazio ai testi delle sue canzoni, sempre intime e personali. Un cantautore che sa arrivare al cuore di chi lo ascolta, facendosi trasportare dalla melodia delle sue canzoni.
Anche Lily non rimane indifferente, anche se spesso la sua testa prende il sopravvento sul suo cuore, portandola ad allontanarsi e ad allontanare le persone di cui si circonda.
Non c'è molto da dire su questo romanzo, se non quello di leggerlo con la dovuta attenzione, imparare a riconoscere le persone che hanno un passato simile alle spalle attraverso lo sguardo che sembra parlare per loro, essere sempre pronti a tendere una mano. E nonostante le lotte per la parità dei sessi, per il riconoscimento del lavoro femminile dentro e fuori casa, viviamo in una società dove ogni giorno si sentono/leggono notizie di violenze sulle donne. Non abbiate paura di parlare, siete stelle, non eclissatevi ma cercate sempre di splendere!
È sorprendente l'abilità di questo giovane scrittore che riesce a esprimere il proprio pensiero attraverso le sue storie, facendo parlare i suoi personaggi. L'argomento trattato non è dei più semplici, ma tu hai saputo trattarlo con minuziosità senza scadere nel banale. Ora non resta che aspettare con impazienza il tuo prossimo romanzo!

“Non puoi capire quanto fa male un cuore spezzato finché non te lo spezzano davvero. È la regola per eccellenza che va applicata a ogni settore della vita. Nessuno può capire quanto fa male perdere qualcuno o rinunciare a qualcosa finché non la perde veramente.”



Nessun commento:

Posta un commento