Ultime recensioni

mercoledì 19 ottobre 2016

PROTEGGIMI (Slow Burn Series #1) di Maya Banks


Quando la sorella di Caleb, rampollo della potente e ricca dinastia dei Devereaux viene rapita, lui ha una sola soluzione: chiedere l'aiuto dell'unica donna in grado di risolvere questo tipo di situazione. La cosa non gli piace affatto, ma non ha altra scelta. Ramie è una bellissima sensitiva, che riesce a mettersi in contatto con le vittime e a localizzarle "sentendo" il loro dolore, ma questo le costa sempre molta fatica e un grande dispendio di energie fisiche ma soprattutto psicologiche. Aiutare l'attraente, impaziente e invincibile Caleb a trovare sua sorella la sta portando sull'orlo della distruzione. I pensieri ad alto tasso erotico dell'uomo l'attraggono come un magnete. Per questo Ramie decide che è meglio andare il più lontano possibile da lui. Per Caleb questo è un duro colpo, ma quando pensa di averla persa per sempre, Ramie riappare improvvisamente. Lei è in pericolo e ha bisogno del suo aiuto. Ora Caleb è finalmente disposto a rischiare tutto ciò che ha, anche il suo cuore, pur di salvarla.
Caleb e Ramie non si potevano incontrare in un momento peggiore delle loro vite: lei, nascosta al mondo intero in una baita dispersa nel Colorado, lui, alla ricerca disperata di qualcuno che possa aiutarlo a ritrovare sua sorella, e quel qualcuno, udite udite, è proprio lei, Ramie, la chiaroveggente a cui basta toccare un oggetto della vittima per sperimentare sulla propria pelle ciò che ha subito, vedere con i propri occhi dove si trovi, in modo da poter spesso aiutare la polizia nelle ricerche.


«Ti prego, vattene» lo implorò lei con voce strozzata. «Ti ho dato quello che volevi, ti ho aiutato come mi avevi chiesto. Il minimo che tu possa fare in cambio è di lasciarmi in pace.»
Caleb si alzò, si passò una mano tra i capelli e si massaggiò la nuca indeciso. «Vado, sì, ma tornerò, Ramie. Mi farò perdonare» le promise.
«Non puoi cancellare ciò che ho subito» mormorò lei. «Non potrai mai rimediare a quello che è stato, perciò va' a prenderti cura di tua sorella perché ha bisogno di te.»

Nonostante spesso si diffidi a dei mezzi non convenzionali, Caleb è disposto a tutto pur di ritrovare Tori, sua sorella. Mai però si sarebbe aspettato di somministrare dolore ad un innocente, soprattutto non ad una creatura come la piccola Ramie. Gli è bastato poggiare il foulard di Tori nelle mani della veggente, per vedere con i propri occhi cosa ogni volta quella donna deve sopportare.
Ottenuto ciò che cercava, Caleb sa che nulla potrà cancellare ciò che ha inflitto ad una creatura che mai si sarebbe meritata certe brutture della vita. L'unica cosa certa è che lui troverà un modo per sdebitarsi, costi quello che costi.

Passa un anno da quell'incontro e benché il tempo scorra per tutti, nessuno dei due ha dimenticato ciò che è accaduto in quella baita, come nessuno ha scordato quel legame che sembra essere nato fra loro, come una piccola luce nonostante la bruttura di quell'incontro e proprio Caleb sembra essere divenuto l'ultimo porto sicuro della giovane veggente.





«Ti proteggerò, Ramie. Puoi contare su di me, perché non faccio mai delle promesse che non sono in grado di mantenere.»






Le loro strade si incrociano e quando i due si ritrovano, l'aria fra loro sembra riempirsi delle stesse emozioni che riempivano quella baita in Colorado, e se non al pari, quasi sono accresciute, aumentando l'aspettativa fra i due, nonostante il timore della ragazza per il tocco umano.

L'unica cosa che potrebbe far capitolare la giovane sensitiva è imbattersi in un uomo che non le provoca altro che emozioni positive, oltre che sensazioni a lungo sopite, mescolate a promesse di desideri che mai in vita sua Ramie avrebbe preso in considerazione.


«Quando farai brutti sogni ti terrò tra le braccia per proteggerti dal male, e ti darò tanti bei sogni» le promise. «Li faremo insieme.»
Lei lo scrutò, cercando conferme nella sua espressione, poi il suo sguardo si rasserenò e il sole scacciò le nuvole che incupivano le sue iridi.
«Sognerò cose belle con te» mormorò. «Mi terrai lontana dal male e mi darai solo il bene... Mi piace quest'idea.»

Come è possibile, quando tutte le vie d'uscita sembrano ormai impraticabili, trovare uno spiraglio di luce, un aiuto inaspettato? Cosa fare quando si è passata una vita intera fuggendo, nascondendosi dal mondo e soprattutto da un assassino spietato? Fuggire per salvare chi si ama, o restare e combattere un nemico che sembra essere sempre un passo avanti, cercando un punto debole in una strategia ancora non individuata?

Ragazze, Maya Banks non si è smentita nemmeno questa volta! Conobbi questa autrice ormai anni e anni fa con la serie Passione senza Tregua, una trilogia che mi fece impazzire all'epoca ed oggi mi è sembrato di tornare indietro nel tempo. Con uno stile tutto suo, Maya Banks ci porta in un mondo che di roseo, questa volta, ha ben poco.
Un mix di romance, suspense e, perché no, un tocco di fantasy.

Chi mi conosce sa che sono una persona curiosa ed infatti son già andata a sbirciare i titoli dei prossimi libri di questa serie, aggiungendoli alla mia wish list.
Io non vedo l'ora di leggere il suo prossimo volume, e voi?



Nessun commento:

Posta un commento