Ultime recensioni

martedì 29 dicembre 2015

Costi quel che costi (THIRDS vol.1) di Charlie Cochet

                         
                                                                     


Quando la testimonianza del detective della Omicidi Dexter J. Daley manda il suo partner in prigione per omicidio, le conseguenze – e la frenesia dei media – non si fanno attendere. Ben presto si ritrova senza fidanzato, senza amici e, dopo uno spiacevole incontro in un parcheggio al termine del processo, quasi senza denti. 


Dex teme di essere trasferito dal Corpo di Polizia Umana o, peggio, di essere buttato fuori. Invece, suo padre adottivo, un sergente dello squadrone di Difesa, Ricognizione e Intelligence umano e teriano, meglio noto come THIRDS, fa in modo che Dex venga reclutato come agente della Difesa. 

Dex è determinato a rimettere in sesto la propria vita ed è ansioso di iniziare il nuovo lavoro. Ma il suo primo incontro con il capo squadra, Sloane Brodie, che risulta poi anche essere il suo nuovo partner teriano giaguaro, si rivela un disastro. 

Quando la squadra è chiamata a indagare sull’omicidio di tre attivisti UmanTeriani, diventa ben presto chiaro che Dex dovrà lottare duramente sia per essere accettato dal suo partner e dalla sua squadra, che per riuscire a prendere il killer.


Se siete amanti del genere romance M/M, di storie paranormal fantasy con elementi fantascientifici e particolari, sicuramente apprezzerete questo libro.
La storia inizia narrando di una mutazione genetica che ha coinvolto il genere umano in seguito alla guerra del Vietnam, in cui a causa di un utilizzo di armi biologiche si sviluppò un virus che uccise centinaia di migliaia di persone e ne infettò milioni, per cui si dovette trovare un vaccino, ma la creazione di questo  portò ad una mutazione genetica per cui il mondo si divise in due categorie : gli umani e i teriani. I teriani erano umani che si tramutavano in animali, canidi, felini, orsi e via dicendo.

Ovviamente questo portò a delle guerre, perché come spesso accade, la diversità fa paura e viene osteggiata da chi non ne comprende la natura.
Il nostro "eroe", Dexter "Dex" J. Daley, è un umano che in seguito alla morte dei suoi genitori biologici viene adottato da un amico e collega del padre, Tony Maddock e ha un fratello, adottato anch'esso, teriano. Pur essendo umani entrambi, Dex e il padre adottivo, sono persone di larghe vedute, perché a differenza di altri non ritengono di dover combattere il "diverso". 



" Non era la prima volta che riceveva quell'accusa. Il corpo di polizia Umana aveva valutato più a lungo di altre la sua richiesta di ammissione, dieci anni prima, proprio perchè aveva un fratello teriano. Se suo padre non fosse stato un detective rispettato di quella squadra, Dex non avrebbe mai pensato di essere preso in considerazione, tantomeno ammesso. Sapeva che ciò che pensavano di suo fratello sarebbe bastato per respingere la sua domanda, ma il suo scopo consisteva proprio nel fermare quella gentaglia dalla mentalità chiusa. Era entrato nel CPU per continuare a fare la differenza da dentro, come aveva fatto una volta suo padre. Il compito si era rivelato un po' più difficile del previsto, ma ciò non aveva fatto che rafforzare il suo proposito."

All'inizio della storia Dex è un agente della CPU (Corpo di Polizia Umana), che scopre nel peggiore dei modi che il suo partner è uno di quelli che senza averlo mai mostrato prima, prova un odio profondo verso i teriani, tanto da uccidere un informatore teriano giovanissimo, senza alcun motivo. Il suo partner si aspetta che lui lo copra, ma lui lo denuncia e con la sua testimonianza lo fa finire in carcere. In quel momento si rende conto che tutto ciò in cui ha creduto, che le persone che lo circondavano in realtà non sono mai state sincere con lui, dicendogli veramente come la pensassero in realtà sulla questione dei teriani, perché in seguito alla incarcerazione del partner subisce aggressioni dai colleghi, il compagno lo lascia nel momento in cui lui è più fragile, la sua vita diventa un inferno. In seguito a ciò viene fatta richiesta di trasferimento per lui dalla CPU ai THIRDS, un corpo speciale, composto sia da umani che da teriani, che ha lo scopo di difendere la legge, nell'interesse di tutti i cittadini, senza discriminazioni. Nei THIRDS lavorano sia il suo padre adottivo che il fratello Cael.
 " I THIRDS divennero anche la prima organizzazione governativa multiculturale che promuoveva l'uguaglianza per tutte le razze, religioni, generi e sessualità. L'intento era quello di dimostrare che, nonostante le diverse culture e credi religiosi, sia gli umani che i teriani potessero unirsi e mirare a un unico obiettivo: la giustizia per tutti. Chiaramente non era tutto bianco o nero, ma almeno era un passo nella direzione giusta, considerando gli ultimi quarant'anni e più."

E qui conosciamo l'agente Sloane Bradley, teriano, che oltre ad essere il suo caposquadra, sarà il suo partner. All'inizio tra i due non corre buon sangue, perché Dex va a sostituire un agente morto, ex partner di Sloane, Gabe Pearce, e nessuno nella squadra vuole un sostituto. Ma con i suoi modi affascinanti, con la sua linguaccia lunga, alla fine riesce non solo ad inserirsi, ma anche ad ottenere la stima e l'affetto dei colleghi, soprattutto quelli di Sloane.
Entrambi provano un'attrazione irresistibile, ma oltre al fatto che i THIRDS vietano la fraternizzazione tra i colleghi, Sloane è ancora in lutto per la morte del suo compagno Gabe, di cui era profondamente innamorato.
 " L'agente Sloane Brodie finalmente si voltò e tutto quello a cui Dex riuscì a pensare fu beh, ehi buongiorno. Cazzo, il caposquadra era strafigo. Quante erano le possibilità che fosse un coglione come aveva detto Pearce? Dex non giudicava mai nessuno in base al giudizio di un'altro, a maggior ragione se doveva  ancora conoscerlo. Fino a quel momento non sembravano esserci segni di questa famosa stronzaggine, ma poi pensò che di certo non era stato promosso a capo squadra perchè dava gli abbracci più calorosi."
Sulla trama non voglio aggiungere altro perché altrimenti vi tolgo il gusto di scoprirlo da voi. 

Per quanto riguarda i personaggi posso dire che sono davvero ben descritti, è facile farsi prendere dalla storia e tifare per i "buoni". Perché come in ogni storia che si rispetti, abbiamo dei cattivi, che come spesso accade, sono lupi travestiti da agnelli. 

Dex è un personaggio affascinante. Più volte viene descritto come uno che riesce a conquistare tutti coi suoi modi rilassati, con la sua ironia e dolcezza, anche se parla più di quanto dovrebbe, a volte a suo discapito. Innamorato follemente del suo lavoro, travolge tutto e tutti coi suoi modi a volte scanzonati.
 " " [...] credo che la tua relazione non fosse così perfetta come ti eri convinto. Dex, ti conosco. Cazzo, ti ho cresciuto. Quando ami qualcosa ti ci butti a capofitto, te ne freghi delle conseguenze. Ti ricordi il costume della polizia che ti ho fatto per Halloween, quando avevi otto anni?"- Dex fece un sorriso sciocco. "Si, lo adoravo"- "Ci vivevi dentro. Ti rifiutavi di mettere qualsiasi altra cosa. C dormivi, ci mangiavi, ci giocavi e ci andavi anche a scuola." [...] Mmh. Iniziava a intuire un senso logico. Tony gli mise gentilmente una mano sulla spalla. " Quello che voglio dire è che che quando ti appassioni a qualcosa si vede in tutto ciò che fai. con Lou non ti dava fastidio niente." [...] "
Sloane Brodie è un personaggio complesso. Anche lui colpisce per i suoi atteggiamenti da duro, ma in realtà si scoprirà durante la lettura che sono state le sofferenze patite nella sua infanzia prima, la morte del suo compagno poi, a renderlo quello che è. Il non aver elaborato il lutto lo porta ad avere atteggiamenti severi, ma la giocosità e la dolcezza di Dex lo riportano ad una serenità che pensava di non rivivere più.

Gli altri personaggi della squadra sono anch'essi affascinanti, anche loro segnati dalla morte del loro compagno di squadra. Sono più che mai curiosa di leggere il seguito di questa trama avvincente e profonda, piena di suspence ma anche ironia, dove oltre alla caccia ai cattivi, già di per se avvincente, e le parti romance che ci descrivono il nascente rapporto tra i due protagonisti, e la sua evoluzione, c'è molto altro. 

Quello che a me è piaciuto di più è stato proprio il poter trasporre la situazione di razzismo, di odio verso il diverso, dal libro alla realtà. Perché se è vero che di certo nella nostra società non esistono i teriani in contrapposizione agli umani, abbiamo modo di vedere di continuo, purtroppo, come l'integrazione tra persone di cultura, religione, sessualità diverse, sia a tutt'oggi pura utopia.
Per questo ho apprezzato questa storia e mi complimento con l'autrice per come ha sviluppato queste tematiche.
                                          



Nessun commento:

Posta un commento