Ultime recensioni

venerdì 30 ottobre 2015

LE SPOSE DELLA NOTTE di Anonima Strega


Notte di Halloween. Dunia sta festeggiando in un locale con le compagne della Congrega, quando una consorella viene misteriosamente uccisa. L’amico Sabisto, appartenete al credo esoterico della Loggia, protegge le streghe con un rito di magia sessuale, e le aiuta a indagare non solo sulla morte della consorella, ma anche su quella di tutti i compagni trucidati quella stessa notte. I loro cammini s’intrecciano con quelli di tre membri dell’oscura Cabala: il seducente Elias, l’ex confratello Ramòn e il mezzelfo Fulke. I maghi forniscono tre diverse versioni dei fatti. Secondo Elias è la Loggia che le sta manipolando per i suoi scopi; ma per Ramòn, che si dichiara doppiogiochista per proteggerle, la colpa è proprio di Elias, che ha in mente un progetto assolutista per portare avanti un unico credo. E poi c’è Fulke, che afferma di appartenere ai servizi segreti magici. Dunia potrà fidarsi di quest’uomo tanto arcano e bizzarro?
Parto con una piccola ammissione: non avevo letto la trama di questo libro. La cover mi ha ammaliata e il nome dell'autrice, beh, una garanzia; dopo che una mia “consorella” aveva letto e recensito il suo primo libro, Spettabile Demone, ho colto la palla al balzo ed eccomi qui.

Dunia, Tamara, Diamara e Titania sono streghe che fanno parte della Congrega, e vivono in mezzo alla gente normale. La notte di Halloween è l'occasione giusta per essere se stesse, senza destare troppi sospetti, e decidono di festeggiare al locale dove Diamara e Tamara sono solite esibirsi (per gioco) nella lap dance. Le tre si incontrano scontrano con tre figure incappucciate in tre momenti diversi. Vengono raggiunte da Sabisto, mago della Loggia, nonché loro fedele amico, ed è insieme che si ritrovano davanti un'immagine che mai avrebbero pensato: trovano Tamara morta. Lo shock è tale che le tre streghe si bloccano sulla scena del delitto, ma Sabisto interviene prontamente e le invita a raggiungere il Quartier Generale, l'unico posto dove potrebbero essere realmente protette. Dopo aver bruciato il corpo della compagna morta ed essere state protette, tramite una pratica sessuale, dallo stesso mago, Dunia, Diamara e Titania si lasciano vincere dal sonno. Sognano la morte di tutte le loro compagne di Congrega, venendo poi a scoprire che non si trattava solo di un sogno ma di una terribile verità, rivedendo le tre figure incappucciate e ritenendoli i diretti responsabili. Sabisto viene a scoprire quindi che Ramòn, un ex confratello, Elias un potente mago della Cabala e Fulke, un elfo che viene da Bosco Nevoso, sono le persone le cui mani si sono macchiate degli omicidi commessi, cercando così di mettere in guardia le tre streghe dall'uscire solo di giorno e di frequentare posti affollati.

Se la Congrega era l'istinto e la divinazione, la Loggia la difesa e la protezione, l'azione e l'attacco erano pane per la Cabala.

Non sarà semplice arrivare alla verità perché dietro quanto accaduto si nasconde un piano ben più grande e ben congegnato. Di chi potranno fidarsi realmente? E se tutti stessero mentendo?


Le esperienze cambiano, ma la natura non si cancella.

Cara Anonima Strega mi hai colpita e affondata (o sarebbe meglio dire conquistata). Trovo che la scelta di affiancare a ogni strega un nemico da combattere e un alleato al proprio fianco è stato geniale; un triangolo perfetto dove ogni mago difende la propria verità portando alla luce delle giovani e ignare streghe i piani sia della Cabala che della Loggia. Ho apprezzato i protagonisti e coprotagonisti della storia, descritti minuziosamente e facendo risaltare non solo i loro pregi e difetti, ma sopratutto le loro particolarità.
È una storia che va oltre le apparenze e dove tra le righe si possono leggere diversi messaggi. Innanzitutto il valore dell'amicizia perché non è semplice esprimere le proprie opinioni a compagne che potrebbero pensarla diversamente da te, ma ci fa capire che non importa quello che potrebbe succedere, se verrà commesso un tradimento inconsapevolmente solo per assecondare le proprie voglie o i propri piaceri perché una volta ammesso lo sbaglio le amiche saranno là ad accoglierti a braccia aperte e a dimenticare quanto accaduto.
In secondo luogo la fiducia che riponiamo nelle persone, soprattutto in quelle che dovrebbero proteggerci sopravvalutandone il loro potenziale, diffidando così di chi invece vorrebbe solo farci aprire gli occhi sul mondo reale.
E come non parlare dell'amore, quel sentimento che unisce due persone e che permetterà loro di superare tutti gli ostacoli che incontreranno sul loro cammino; per quanto streghe e maghi possono essere potenti, niente riuscirà a fermare chi si ama veramente.
Un paranormal che va letto e assaporato, perché no, magari proprio la notte di Halloween, nella speranza che gli spiriti elementali siano a vostro favore.

Era solo una passeggiata. Sarebbe bastato restare sul vago, rispondergli a tono ed evitare di pensare ardentemente a quella barriera che le impediva di poterlo sfiorare sulle braccia mentre camminava al suo fianco, di poter accarezzare quel petto di neve che si alzava e abbassava ritmicamente a ogni sforzo di superare ostacoli, di dirgli qualcosa di carino, facendo finta anche solo per un attimo che lui fosse davvero lì per lei, in quella pozzanghera di magia e di autunno, invece che solo un mago spietato alla ricerca di un varco per profanare lei e le consorelle.

Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. Crede fermamente che gli elementi del creato siano guida e strumento, sia per le streghe, sia per i protagonisti di avventure d’amore paranormali, come quelli del romanzo Spettabile Demone e dei racconti Killer di cuori, La felce e il falò (su “La mia biblioteca romantica”) e La fame del ghoul (su “Romanticamente Fantasy”). Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. Dispensa consigli magici su anonimastrega.blogspot.it


Nessun commento:

Posta un commento